in

Andrea Bocelli alla laurea della nipote Maddalena

Il celebre tenore, in occasione del Graduation Day istituito dall’ Istituto Modartech della scuola di alta formazione di Pontedera, ha assistito alla discussione della tesi in “Communication Design” sull’evoluzione del marketing musicale che è valsa 110 e lode alla giovane studentessa.

Veronica-Berti_Maddalena-Bocelli_Andrea-Bocelli

Andrea Bocelli alla laurea della nipote Maddalena

Andrea Bocelli alla laurea della nipote Maddalena
Veronica-Berti_Maddalena-Bocelli_Andrea-Bocelli

Andrea Bocelli alla laurea della nipote Maddalena

Il celebre tenore, in occasione del Graduation Day istituito dall’ Istituto Modartech della scuola di alta formazione di Pontedera, ha assistito alla discussione della tesi in “Communication Design” sull’evoluzione del marketing musicale che è valsa 110 e lode alla giovane studentessa.

Andrea Bocelli, martedì 26 marzo è stato ospite a sorpresa all’Istituto Modartech per la laurea della nipote Maddalena.

Una tesi da 110 e lode, intitolata “L’evoluzione del marketing musicale: la comunicazione digitale per la promozione di artisti emergenti”.

Maddalena Bocelli si è focalizzata sulla trasformazione storica del settore musicale.

Partendo dall’era tradizionale basata su stampa, radio e televisione fino a quella attuale del digitale, sempre più influenzata dalle piattaforme di streaming e dai social media.

Focus sull’ascesa di TikTok e del suo impatto nell’industria del settore, evidenziando le opportunità uniche che offre ad artisti emergenti come vetrina e strumento di promozione della propria identità artistica.

Andrea Bocelli alla laurea della nipote Maddalena
Foto-di-gruppo_Laurea-Maddalena-Bocelli

Andrea Bocelli alla laurea della nipote Maddalena

Ad aggiudicarsi un bel 110 e lode durante la mattinata anche Marta Garfagnoli – già al lavoro in Giorgio Armani Operations – con una collezione nel segno di upcycling e artigianalità che mette a confronto due generazioni, nonni e nipoti, contrapponendo sartorialità tradizionale a lavorazioni innovative.

La collezione “Chiasmo”, invece, è valsa 110/110 a Lisa Cipriani, già cooptata nelle fila di Valentino ancor prima di ricevere la corona d’alloro.

Nella stessa sessione di laurea Gaia Corsi, che per la propria tesi in Communication Design ha sviluppato un videogioco dedicato alla storia della moda, dall’Egitto fino ai giorni nostri.

Omaggi alla moda etiope, body positivity, poeti maledetti e inclusività tra gli elementi chiave dei progetti di tesi degli studenti di Fashion Design.

Giulia Giardi con outfit che pongono l’accento sull’accettazione del proprio corpo, Nicola Setaro, recentemente premiato nell’ambito di un progetto con la direzione creativa di Achille Lauro.

Spazio anche al progetto “Caos/Calma” di Teresa Ferrara, realizzato in lana e panno rigenerati e tessuti a mano su telaio, che fanno da contraltare a tessuti tecnici semi lucidi, totalmente second hand, in grado di riflettere la luce per creare un effetto crespo.

Una collezione che si è aggiudicata il primo premio al contest di CNA Federmoda dedicato ai designer emergenti. I Graduation Days proseguono fino al 28 marzo in sede Modartech.

 

http://www.modartech.com

http://@andreabocelliofficial

Michele Vanossi

Scritto da Michele Vanossi

Oltre a lavorare e a collaborare per un noto quotidiano nazionale (il Giornale), cerca di comunicare, di parlare e di scrivere degli argomenti lo incuriosiscono e che lo appassionano maggiormente: televisione, cucina, turismo, benessere, medicina, lifestyle. In televisione partecipa in veste di opinionista a e trasmissioni televisive di successo su Raiuno come Storie Italiane, Vita in diretta e Detto Fatto su Raidue ; da giovane ha partecipato a quiz televisivi e ha recitato piccole parti in soap-opera e spot pubblicitari. Ha pubblicato un libro sulla storia della televisione italiana con Gribaudo/Feltrinelli dal tiolo. “Le Signorine Buonasera il racconto di un mito tutto italiano dagli anni Cinquanta ad oggi”.

Il giornalista di Assago Biagio Maimone riceve il premio ai Wine Awards

Il maritozzo, concluse le riprese del film sul ghetto ebreo di Roma