in

Apre a Milano la Piazza dei Mestieri

Venerd’ 29 Aprile l’open day e l’inaugurazione con il Sindaco Giuseppe Sala

Apre a Milano la Piazza dei MestieriDopo le esperienze di Torino e Catania, apre a Milano la Piazza dei Mestieri

E’ un innovativo modello di imprenditoria sociale, inclusione ed educazione, ma soprattutto uno spazio per i giovani in difficoltà della città.

Qui si promuoverà, attraverso formazione, lavoro e cultura, lo sviluppo di un quartiere.

Ma anche l’incontro generazionale ed etnico e la ripartenza dell’occupazione giovanile.

E’ un modello che vuole in ogni luogo generare una rete capace di rispondere alla multidimensionalità dei bisogni dei giovani.

Apre a Milano la Piazza dei MestieriA Milano vede già il coinvolgimento di realtà come ITA2030, la Fondazione Archè, l’Associazione Operitage, il mondo dello sport, le imprese, le parrocchie limitrofe, etc.

La nuova Piazza dei Mestieri di Milano sorge in una graziosa palazzina di 3000mq in via Miramare 15 (una traversa di Viale Monza), appositamente ristrutturata.

Tutto grazie al sostegno di Fondazione Cariplo, Enel Cuore Onlus, donatori privati e aziende e a un finanziamento di Intesa Sanpaolo attraverso la piattaforma terzo valore.

Apre a Milano la Piazza dei MestieriLa ristrutturazione, per un valore totale di 2 milioni di euro, ha permesso di realizzare in questo spazio laboratori, spazi ricreativi, un bar e un ristorante che accoglieranno molteplici attività.

Già nel 2023 arriveranno a coinvolgere almeno 1.000 persone, in larga prevalenza giovani, con particolare attenzione a quelli che vivono situazioni di disagio socioeconomico.

La Piazza dei Mestieri di Milano si rivolge in particolare ai giovani dei Municipi 2 e 9 del capoluogo lombardo.

Apre a Milano la Piazza dei MestieriSono quartieri densamente abitati, dove è alto il rischio di ghettizzazione e sono forti le preoccupazioni rispetto al tema del completamento degli studi e dell’inserimento lavorativo dei giovani.

Senza dimenticare l’emergenza Sars Covid-19 che ha posto nuove sfide educative, aggravando i divari sociali territoriali.

In programma attività educative, con 12 percorsi formativi per 260 giovani, che diventeranno 400 nel 2023.

E che recuperano la tradizione dei mestieri tradizionali – come quelli della ristorazione e della cura della persona – e innovativi – come l’ambito delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione

O le attività di presa in carico e accompagnamento all’inserimento lavorativo dei NEET attraverso tutoring e coaching per 250 giovani e 150 adulti.

Sostegno ai percorsi scolastici per contrastare il fenomeno della dispersione scolastica (previsti 80 ragazzi nel 2023)

Apre a Milano la Piazza dei MestieriIntegrazione degli stranieri, con percorsi di lingua e laboratori (previsti 50 ragazzi nel 2023)

Attività culturali, quali produzioni musicali, rassegne e mostre dei giovani artisti.

Produzione di spettacoli teatrali per un totale di circa 50 eventi nel 2023.

Sport per permettere una equilibrata crescita del giovane e favorisce la socializzazione

Attività produttive legate alla gestione di un Bar, di una torrefazione

Ma anche di un circolo ristorativo aperti al pubblico

Start-up di nuove realtà imprenditoriali nei settori di specializzazione della Piazza.

Già oggi sono decine le ragazze e ragazzi che hanno iniziato a vivere gli spazi della nuova Piazza di Milano

La Piazza dei Mestieri è infatti un modello replicabile, che si adatta ai singoli territori.

Ed è un’esperienza gemellata con realtà di Belo Horizonte, Caracas, e presto anche con Los Angeles.

Un luogo di vita, un luogo che muove la vita. Un luogo da vedere, che è difficile descrivere, che occorre incontrare.

E che tutti i cittadini potranno per la prima volta scoprire nell’Open Day in programma il 29 aprile, dalle ore 8.30 alle ore 21.30.

Nell’occasione, alle 12.30 si terrà la cerimonia del taglio del nastro con il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

 

 

 

 

Redazione

Scritto da Redazione

La redazione di VanityClass.

Chiara Insalaco

Chiara Insalaco: Con la tecnica FUE capelli forti e sicuri

Il nuovo libro di Vittorio Feltri