in

Aria, Acqua, Terra e Fuoco, i quattro elementi nelle allegorie del Tintoretto

Il viaggio olfattivo nelle sale del Palazzo Ducale di Venezia con Stellar Scents

Passeggiando tra le sale istituzionali al secondo piano del Palazzo Ducale di Venezia in Piazza San Marco mi colpiscono quattro opere realizzate da Jacopo Tintoretto nel 1578 all’interno della Sala dell’Anticollegio: questa sala era l’anticamera d’onore per le ambascerie e le delegazioni che attendevano di essere ricevute dal Collegio, cui era delegata la politica estera dello Stato. Accanto alle porte sono collocate le quattro tele dipinte da Jacopo Tintoretto, in tutte, le scene mitologiche hanno significati allegorici del saggio governo della Repubblica ma non solo, esse rappresentano oltre il significato politico anche quello mitologico e cioè i quattro elementi: l’Aria, l’Acqua, la Terra e il Fuoco. Osservandole, immediatamente si attiva la mia memoria olfattiva, mi vengono in mente quattro profumazioni straordinarie del nuovo brand arabo di profumi di nicchia Stellar Scents che vuole rendere omaggio ai quattro elementi Air, Water, Earth and Wind.

Un’essenza alla riscoperta di Aria, Terra, Fuoco e Acqua

La collezione Elements ripercorre gli elementi fondamentali da cui è costituito tutto ciò che ci circonda. Anche se tutti conosciamo i quattro elementi, i profumi rappresentano quegli elementi in modo olfattivo. Preparatevi per un viaggio emozionale e olfattivo incredibile! 

Aria

Aria, Acqua, Terra e Fuoco, i quattro elementi nelle allegorie del Tintoretto

Mercurio e le Grazie rappresentano la fortuna e la sorte, ma anche l’Aria, lo stesso Mercurio, dio del vento, ha i piedi alati pronti a spiccare il volo ed iniziare nuove avventure. Wind di Stellar Scents si riferisce a un vento bello, misterioso, morbido, sognante su un vasto campo ricco di fiori. Il vento è quel momento. Un profumo caratterizzato da nuances iridate ed una fragranza molto elegante e raffinata.

Acqua

Aria, Acqua, Terra e Fuoco, i quattro elementi nelle allegorie del Tintoretto

La seconda tela intitolata Lo sposalizio di Bacco e Arianna alla presenza di Venere rappresenta l’Acqua in quanto la tradizione voleva che il Doge gettasse nelle acque della Laguna l’anello dogale durante la celebrazione dello “Sposalizio del Mare” a simboleggiare la vittoria di Venezia contro Federico Barbarossa nel 1177 e dunque il dominio della Serenissima sulle acque del Mediterraneo. La fragranza Water di Stellar ha dei sentori acquatici, marini e ozonici, perfetti per la stagione estiva ma anche per chi ama indossare aromi freschi e rinfrescanti. Note acquatiche, agrumate e legnose uniscono le forze per creare Aqua di Stellar Scents. Un profumo molto potente che è allo stesso tempo classico ma con un tocco di dolcezza delle arance e ricchezza della betulla.

Terra

Aria, Acqua, Terra e Fuoco, i quattro elementi nelle allegorie del Tintoretto

La Pace, la Concordia e Minerva che scaccia Marte rappresenta il controllo del territorio, la Terra. La fragranza omonima Earth di Stellar Scents è caratterizzata da dei sentori di cuoio, accordo fumo con un pizzico di dolce fava tonka. Tutto qui è ben bilanciato e accuratamente miscelato. La fragranza Terra ha un’impressione dolce e oscura con oud e cuoio che aprono la fragranza, ma allo stesso tempo rosea addolcita dalla rosa damascena e dalla vaniglia Bourbon del Madagascar.

Fuoco

Aria, Acqua, Terra e Fuoco, i quattro elementi nelle allegorie del Tintoretto

La fucina di Vulcano simboleggia il potere militare attraverso la produzione di armi pronte a difendere la Serenissima Repubblica di Venezia in caso di attacco, la forza che arde, quindi il Fuoco, come la fragranza Fire di Stellar Scents. Una svolta molto interessante di oud e vaniglia. Un tema caldo, profondo, complesso e accuratamente realizzato di vaniglia affumicata. Tutto ciò si traduce nella formazione avvincente di un elemento fiammeggiante. Quando profumo e arte si uniscono inizia un viaggio olfattivo che ci permette di penetrare nell’opera, godere della sua bellezza, scoprire significati nascosti e profondi, magari che lo stesso artista non voleva rivelare e tenere per se, ma l’esperienza sensoriale è incredibilmente affascinate e lascerà un ricordo indelebile che ci permetterà di arricchirci culturalmente e spiritualmente.

Articolo a cura di Domenico Moramarco

Redazione

Scritto da Redazione

La redazione di VanityClass.

Capodanno in casa: la cena low-cost-chic.

La storia di Rachel Uzzan