in

Brittany Negler, la sua nuova vita col sorriso

La ragazza aveva subito l’estrazione di tutti i denti per errore, ma può esibire un nuovo volto grazie a un generoso dentista americano

Il drammatico stato in cui si trovava Brittany prima dei reimpianti da parte del dentista dal cuore d'oro

Brittany Negler, la nuova vita della ragazza rimasta senza denti

La storia di Brittany sale alle cronache nel 2021 grazie ai social media. Oggi, è una content creator con 

Ma in un panorama catastrofico fra

  • guerre fra Ucraina e Russia che sembrano riportare il mondo ai secoli più bui dei totalitarismi del Novecento
  • strascichi del Covid-19, trattato come un lieve fenomeno “dimenticato” (forse, un po’ meno da chi ha subìto grosse perdite fra amici e parenti, o ne porta dietro ancora i segni e le paure, oltre al discutibile insegnamento sul rispetto per gli altri -n.d.r.-), benché fortunatamente molto rientrato per aggressività, grazie verosimilmente ai tanto discussi vaccini e buon uso di dpi in precedenza
  • economia in lenta e costante discesa verso crisi e soglie di povertà sempre crescenti
  • proteste per la disumana situazione che si coglie ogni giorno, sempre più cruda e difficile in Iran, scoppiate dopo la ingiusta e scellerata morte di Mahsa Amini e di tutti i giovani dopo di lei, 

ritrovarsi con una storia di solidarietà, come eventi e aste di beneficenza a favore dei più deboli, ha un suo potere salvifico. 

La Negler è una giovane americana con un difficile passato da tossicodipendente, così invasivo da averle causato il logoramento estremo dell’intera struttura dentinale. 

Gli aiuti della comunità e del dottor Kenny Wilstead

Brittany, trentenne, risiede in Pennsylvania. In un anno è finalmente tornata a sorridere e a stare bene grazie alla comunità locale, che le ha donato dei fondi per sostenere parte delle ingenti spese  (38000 dollari) degli interventi di ricostruzione dentale, pari a circa 30000 dollari, e alla generosità del dentista che l’ha operata, il dottor Wilstead, che ha coperto le altre in maniera autonoma.

Alla donna erano stati asportati tutti i denti per l’errore di un cavadenti scellerato, e questo ne ha compromesso emotività e salute, in quanto la protesi realizzata in seguito era sbagliata, non sistemata su un viso che via via smagriva, resa così inadatta per essere utilizzata.

Un errore costato carissimo: la quasi impossibilità di nutrirsi per Brittany

Ciò ha comportato un quasi totale impedimento nel nutrirsi della Negler, che è arrivata, come lei stessa racconta, piangendo, ad un peso limite di 34kg, trovando la sua vita stessa a rischio, e uno stato psicologico di enorme depressione.

“Ne ho passate tante…ma vivere così mi sta distruggendo”

I dolorosi interventi di ricostruzione e uno smile makeover

Con questo spirito, fra un pianto e l’altro, il dentista l’ha sottoposta ad un primo, doloroso intervento per ricostruire gengive e struttura di sostegno. Dopo due mesi, il dentista le ha impiantato una protesi mobile, “facile da portare, mettere e togliere”, come racconta, emozionata, commossa e felice.

Nel tempo, i due sono diventati ottimi amici e la ragazza ha ripreso via via il proprio spirito giocoso, la forza fisica e di spirito. Inevitabilmente, le è tornata anche una grande voglia di ridere, tanto da fare siparietti divertenti nelle storie social dei due. 

Una rinascita dentro e fuori

Ad un anno di distanza, Brittany è molto attiva su Tiktok e Instagram, è diventata intanto una creatrice digitale nonché direttrice creativa. Il nome scelto per Instagram è, non a caso, @BrittanySmiles , a rimarcare il sorriso donatole di nuovo, come la possibilità di sopravvivere e avere una nuova entusiasmante esistenza, lontana da dipendenze e depressioni. 

Brittany non dimentica mai di celebrare e ringraziare il suo salvatore, che oltre ad aver ottenuto un encomio per la generosità, ha anche aumentato il numero di pazienti, fiduciosi dei suoi mezzi e consapevoli della sua grande solidarietà. 

Una storia breve, che racconta di rinascita, di lacrime, di gioia, forza, e di sorriso smagliante.

Un lieto fine dunque, che regala anche a noi quel riso che, come lo scrittore e aforista Fabrizio Caramagna cita, “permette all’anima di respirare”. 

Con l’auspicio forse surreale che domani, finalmente, almeno parte delle brutture degli ultimi anni, del decadimento umano nell’orrore abbiano termine.

Veronica Fino

Redazione

Scritto da Redazione

La redazione di VanityClass.

KIKO: la bellezza a favore di Ai.Bi. per dire no alla violenza sulle donne

Manuel Ciancarelli

Manuel Ciancarelli annuncia il nuovo singolo “AmoreAssenza”