in

Carrà, a Bailo Bailo l’oscar spagnolo per la Miglior Coreografia

Grande emozione ai prestigiosi Premios Teatro Musical di Madrid per il Premio Miglior Coreografia conquistato da Bailo Bailo, il musical che celebra la musica e la storia di Raffaella Carrà, in concorso con ben 7 nomination.

Nella foto: Valeria Arzenton ritira il Premio Miglior Coreografia

Carrà, a Bailo Bailo l’oscar spagnolo per la Miglior Coreografia

Il musical presente con 7 nomination ai prestigiosi Premios Teatro Musical di Madrid

La produttrice Valeria Arzenton: “Emozione indescrivibile. Ora pronti a sbarcare in Italia”

Carrà, a Bailo Bailo l’oscar spagnolo per la Miglior Coreografia
http://@vale_arzenton Nella foto: Valeria Arzenton ritira il Premio Miglior Coreografia

Carrà, a Bailo Bailo l’oscar spagnolo per la Miglior Coreografia

Grande emozione ai prestigiosi Premios Teatro Musical di Madrid per il Premio Miglior Coreografia conquistato da Bailo Bailo, il musical che celebra la musica e la storia di Raffaella Carrà, in concorso con ben 7 nomination.

Un trionfo tutto italiano per questa produzione fortemente voluta da Valeria Arzenton, socia fondatrice di Zed Live, una delle aziende leader in Italia nel campo dello spettacolo dal vivo.

Alcuni anni fa, infatti, la Arzenton si è innamorata dell’energia e dello spirito di Raffaella Carrà e ha deciso di renderle omaggio con un musical che sta ottenendo un successo internazionale.

Un progetto ambizioso, che coinvolge un corpo di ballo di 20 ballerini e acrobati provenienti da tutto il mondo, 6 attori protagonisti e 7 musicisti dal vivo.

Tra le eccellenze italiane in campo, anche il regista Federico Bellone, Giovanni Lori per gli arrangiamenti musicali, Valerio Tiberi per il design luci e l’illusionista Paolo Carta.

 

Carrà, a Bailo Bailo l’oscar spagnolo per la Miglior Coreografia

“Bailo Bailo” ha esordito lo scorso 20 ottobre al celebre Teatro Capitol di Madrid, dove è andato in scena a grandissima richiesta con sette spettacoli a settimana fino al 17 marzo 2024.

Adesso il progetto è pronto, come da programma, ad aprirsi verso il mondo.

E in attesa del debutto italiano, in programma a fine 2025, è previsto per questa estate l’annuncio di una nuova, prestigiosa tappa internazionale.

Intanto dalla Spagna arrivano i primi, importanti riconoscimenti, in occasione della 16.ma edizione dei Premios Teatro Musical, gli “oscar” spagnoli per il settore Musical.

Aoltre al premio Miglior Coreografia (firmata dalla coreografa Gillian Bruce), anche le nomination come Miglior Musical Originale, Miglior Scenografia, Miglior Attrice Protagonista, Miglior Attrice non protagonista, Miglior Costumi e Miglior Trucco e Parrucco.

Carrà, a Bailo Bailo l’oscar spagnolo per la Miglior Coreografia

“Per me essere su questo palco prestigioso con ben 7 nomination è già una vittoria” ha dichiarato commossa Valeria Arzenton.

“Voglio dedicare questo premio a Raffaella, che avrebbe compiuto gli anni a breve, ma anche a tutte le donne che ogni giorno lottano, soffrono, fanno i salti mortali per onorare i loro impegni e realizzare i propri sogni.

È il simbolo di tutto l’amore, il sacrificio e l’abnegazione per questo musical che, ai miei occhi e a quelli delle migliaia di persone che lo hanno visto, è un piccolo capolavoro”.

Carrà, a Bailo Bailo l’oscar spagnolo per la Miglior Coreografia
 Valeria Arzenton con il cast di Bailo Bailo alla 16.ma edizione dei Premios Teatro Musical di Madrid

 

http://@vale_arzenton

https://vanityclass.it/bailo-bailo-celebra-raffaella-carra/

 

 

Michele Vanossi

Scritto da Michele Vanossi

Oltre a lavorare e a collaborare per un noto quotidiano nazionale (il Giornale), cerca di comunicare, di parlare e di scrivere degli argomenti lo incuriosiscono e che lo appassionano maggiormente: televisione, cucina, turismo, benessere, medicina, lifestyle. In televisione partecipa in veste di opinionista a e trasmissioni televisive di successo su Raiuno come Storie Italiane, Vita in diretta e Detto Fatto su Raidue ; da giovane ha partecipato a quiz televisivi e ha recitato piccole parti in soap-opera e spot pubblicitari. Ha pubblicato un libro sulla storia della televisione italiana con Gribaudo/Feltrinelli dal tiolo. “Le Signorine Buonasera il racconto di un mito tutto italiano dagli anni Cinquanta ad oggi”.

Cava Regia, top beach club in Costiera Sorrentina

Antonella Clerici: “Mi hanno operata d’urgenza”