in , ,

Emmanuele Tardino: Sogno l’amore come Can Yaman

Emmanuele Tardino, per molti il sosia del noto attore greco, confessa di sognare una storia da romanzo come quelle di Yaman

Emmanuele Tardino

Da quando il suo nome ha fatto capolino nelle rassegne patinate dei contenitori televisivi, Emmanuele Tardino è diventato l’uomo più ricercato, taggato, repostato d’Italia.

Emmanuele Tardino: Sogno l'amore come Can Yaman
Ma lui, il Can Yaman italiano, al momento non sembra capitolare: “Sono troppo concentrato sulla mia carriera da fotomodello Il 2021 è stato l’anno della svolta, nel 2022 spero che ogni cosa dia i suoi frutti. Ma per scaramanzia non anticipo niente”

Qualcuna sui social ha scritto che vorrebbe vederti a Uomini e Donne.
Ci andrei. Ma da tronista, non da corteggiatore. Oggi non ho la testa per corteggiare una persona, anche perché esco da una relazione molto difficile. Da tronista, invece, il fatto di conoscere contemporaneamente più ragazze potrebbe “distrarmi”: e poi chissà, una di loro magari mi colpisce e decido di portare avanti la frequentazione.

Come deve essere la tua donna ideale?
Essendo io un tipo molto giocoso, mi piacerebbe che la mia compagna fosse simpatica ed ironica. Mi piacciono poi le donne sicure, risolte e con carattere. Che sappiano bene ciò che vogliono. Infine, vorrei accanto una donna sportiva. Essendo io fissato con la palestra e l’attività fisica, potremmo condividere anche questa passione.

Emmanuele Tardino: Sogno l'amore come Can Yaman

Qual è un tuo pregio e un difetto nella vita di coppia?
Quando sono innamorato, io per l’altra persona do davvero la vita: non c’è cosa che non farei per amore. Il rovescio della medaglia è che sono un tipo molto orgoglioso: difficilmente perdono, difficilmente riapro porte che ho già chiuso una volta.

Facendo un lavoro che ha a che fare con il corpo, ti fa mai paura il tempo che passa?
Tocchi un nervo scoperto. Certo che mi fa paura il tempo che scorre inesorabile e veloce. E sai come l’ho esorcizzata? Con un tatuaggio:mi sono fatto raffigurare un orologio e un bambino che corre su una scala: quel bambino che si affanna ad arrivare sempre più in alto, prima che il tempo svanisca, sono io.

E un Piano B ce l’hai?
Il Piano B per ora non lo prendo neppure in considerazione ma c’è. Con l’azienda di famiglia il lavoro certo non mi mancherebbe.

 

Andrea Iannuzzi

Scritto da Andrea Iannuzzi

Andrea Iannuzzi, giornalista dal marzo del 2000, ma con radici nella radiofonia che nascono nel 1989, esperto di tv e spettacolo, con un passato anche nella moda come fotografo. E’ stato capo progetto e direttore artistico di varie trasmissioni televisive, e direttore di alcuni fra i più importanti giornali e magazine nazionali italiani. Ufficio stampa e responsabile della comunicazione di diverse realtà tra tv e spettacolo, Iannuzzi mastica il filone dei reality show, dei talent show e dei programmi di intrattenimento, approfondimento e informazione. Grande appassionato di politica italiana.

Capodanno 2022? Divertiti con MFX2, Mitch B., Circo Nero, Royal Management…

Il Natale si fa solidale