in

Giulio Centemero: “Nft e Metaverso”

Si svolgerà venerdì 5 aprile alle ore 18,00 presso Mondadori Duomo di Milano la presentazione del libro di Giulio Centemero: “Nft e Metaverso nelle industrie creative” edito da Castelvecchi.

la cover del libro Nft e Metaverso nelle industrie creative"

Giulio Centemero: "Nft e Metaverso"

la cover del libro Nft e Metaverso nelle industrie creative”

Giulio Centemero: “Nft e Metaverso”

Si svolgerà venerdì 5 aprile alle ore 18,00 presso Mondadori Duomo di Milano la presentazione del libro di Giulio Centemero: “Nft e Metaverso nelle industrie creative” edito da Castelvecchi.

Giulio Centemero: “Nft e Metaverso”

Alla presentazione, oltre all’autore saranno presenti Giada Tognon e Angelo Miglietta – modererà l’incontro Mauro Meazza.

Prima di fare un focus sul contenuto del volume è meglio specificare il significato di alcuni vocaboli divenuti fondamentali nel linguaggio comune non solo per comprendere l’economia.

Bitcoin: è una moneta virtuale, non viene stampata come la normale cartamoneta.

Viene creata, distribuita e scambiata in maniera completamente virtuale, attraverso i computer, con una tecnologia peer to peer.

NFT (Non-Fungible Token) – gettoni non copiabili – si intendono dei “certificati digitali” basati sulla tecnologia blockchain.

Questi certificati rappresentano un oggetto reale, che può essere un’opera d’arte, una composizione musicale e così via.

Servono a identificare in modo univoco, insostituibile e non replicabile la proprietà dell’opera d’arte stessa.

I Non-Fungible Token sono una delle applicazioni della finanza decentralizzata.

Si tratta di una nuova modalità per gestire il diritto di proprietà, siglato tramite dei contratti denominati smart contract.  

Cosa vuol dire, quindi, acquistare un NFT?  Non significa ottenere l’opera, ma avere la possibilità di dimostrare un diritto su quell’opera.

Come? Attraverso uno smart contract, registrato in modo indelebile sulla rete blockchain.

Giulio Centemero: “Nft e Metaverso”

Le criptovalute sono valute virtuali o digitali distribuite su una rete, chiamata blockchain dove le transazioni vengono tenute al sicuro tramite l’utilizzo della crittografia.

La Blockchain (letteralmente “catena di blocchi”) sfrutta le caratteristiche di una rete informatica di nodi.

Consente di gestire e aggiornare, in modo univoco e sicuro, un registro contenente dati e informazioni in maniera aperta, condivisa e distribuita senza la necessità di un’entità centrale di controllo e verifica.

A questo punto è doveroso specificare il significato di un’altra parola oramai entrata nell’uso comune: il metaverso.

Il  vocabolo deriva dalla combinazione di una parola di origine greca, “meta (“oltre”), e “universo” (di origine latina).

Il metaverso è essenzialmente un insieme di mondi virtuali interconnessi, all’interno del quale gli utenti possono interagire tra loro.

Ma anche creare contenuti, giocare, lavorare, fare scambi e persino guadagnare denaro semplicemente partecipando in maniera attiva.

Giulio Centemero: “Nft e Metaverso”

Giulio Centemero: "Nft e Metaverso"
la cover del libro Nft e Metaverso nelle industrie creative”

Giulio Centemero: “Nft e Metaverso”

Passiamo ora al contenuto del libro scritto da Giulio Centemero (genere scienze sociali) “NFT e metaverso nelle industrie creative”: Web 3.0, blockchain e criptovalute: siamo nel mezzo di una rivoluzione copernicana.

Tante realtà strutturate e capitalizzate quanto startup italiane stanno utilizzando questi nuovi strumenti per ottenere un vantaggio competitivo nei settori dell’arte, dell’entertainment, del cinema, dello sport e della moda.

Da Takyon a Reasoned Art fino all’industria del gaming, il libro prende in esame gli influssi delle tecnologie emergenti sull’economia e la società.

La pioneristica analisi di Giulio Centemero indaga, attraverso numerosi casi di studio, le potenzialità di NFT e metaverso per l’industria creativa.

Con un interrogativo di fondo: quale futuro per le nostre vite, sempre più tecnologiche?

La prefazione del libro è di Angelo Miglietta – Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese. Pro-Rettore vicario con delega ai rapporti con le imprese – Università IULM Milano.

http://www.giuliocementero.org

http://metaverso

Michele Vanossi

Scritto da Michele Vanossi

Oltre a lavorare e a collaborare per un noto quotidiano nazionale (il Giornale), cerca di comunicare, di parlare e di scrivere degli argomenti lo incuriosiscono e che lo appassionano maggiormente: televisione, cucina, turismo, benessere, medicina, lifestyle. In televisione partecipa in veste di opinionista a e trasmissioni televisive di successo su Raiuno come Storie Italiane, Vita in diretta e Detto Fatto su Raidue ; da giovane ha partecipato a quiz televisivi e ha recitato piccole parti in soap-opera e spot pubblicitari. Ha pubblicato un libro sulla storia della televisione italiana con Gribaudo/Feltrinelli dal tiolo. “Le Signorine Buonasera il racconto di un mito tutto italiano dagli anni Cinquanta ad oggi”.

Edoardo Sylos Labini: “Racconto e interpreto gli Inimitabili”

Emmanuele Tardino nel cast del tv-movie “Mascarìa”