in

Grande Fratello Vip: arriva la denuncia del Codacons

La questione legata a Marco Bellavia è divenuta un vero caso mediatico e i provvedimenti presi dalla produzione sembrano non aver convinto il Codacons, che ha deciso di sporgere denuncia

Grande Fratello Vip

La settima edizione del Grande Fratello Vip condotta da Alfonso Signorini pare non esser partita con il piede giusto. Si sa, le polemiche sono all’ordine del giorno per un reality show della portata del GF, ma le problematiche attuali hanno avuto una grande risonanza e hanno accesso un autentico dibattito pubblico. A minare la tenuta del format, infatti, è il caso mediatico che vede protagonista Marco Bellavia, il quale, dopo aver confessato agli altri inquilini di soffrire di depressione e aver ricevuto da questi un trattamento decisamente indecoroso, nonché irrispettoso e inappropriato per un programma in prime-time, si è visto costretto ad abbandonare il gioco. A tal proposito, la produzione ha subito preso dei seri provvedimenti, ma la strategia attuata sembra non aver convinto il Codacons, tanto da spingerlo a sporgere denuncia contro Mediaset alla procura e all’AgCom.  

Stando a quanto si legge sul sito ufficiale dell’ente, in particolare, l’oggetto della richiesta è quello di aprire un’inchiesta che porti ad indagare per violenza privata, i cui eventuali responsabili rischierebbero fino a 4 anni di carcere. 

Il Codacons porta il Grande Fratello Vip in tribunale e Mediaset stacca la diretta

A pochi giorni dal suo inizio, Il GfVip ha fatto largamente discutere. La spiacevole vicenda legata all’ex conduttore di Bim Bum Bam non è affatto piaciuta e le critiche nei confronti della trasmissione, dell’emittente e degli autori non si sono risparmiate. Dal canto loro, quest’ultimi si sono dissociati dal comportamento perpetrato all’interno della casa più spiata d’Italia da quasi tutti i coinquilini di Bellavia e hanno cercato di correre ai ripari attraverso la squalifica immediata di Ginevra Lamborghini e un televoto flash che ha visto l’eliminazione di Giovanni Ciacci. Tuttavia, la soluzione scelta per porre fine al problema non ha placato i detrattori. Anzi, al contrario, non ha fatto altro che inasprire le critiche. 

Sono tanti i volti noti del panorama dello show business nostrano che si sono espressi sulla questione. Tina Cipollari, Simona Ventura, Adriana Volpe, Luca Onestini e Raffaello Tonon tra gli altri. Ma ora, è il Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e la Tutela dei Diritti di Utenti e Consumatori ad esporsi e lo fa ricorrendo alle vie legali. In una nota ufficiale diffusa on line poche ore fa, difatti, ha fatto sapere di aver presentato oggi stesso un esposto alla Procura della Repubblica di Roma e all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, in cui si chiede di accertare possibili illeciti penali e violazioni delle disposizioni vigenti in materia di Tlc. 

Il comunicato del Codacons: 

Sulla grave vicenda del bullismo ai danni di Marco Bellavia – scrive l’Associazione – concorrente del “Grande Fratello Vip”, interviene il Codacons […]. Ancora una volta la trasmissione Mediaset si rende protagonista di gravi episodi che oltre a rappresentare una forma di violenza sono altamente diseducativi specie per il pubblico più giovane. Nonostante quanto accaduto, né gli autori del programma né i vertici dell’azienda hanno saputo adottare misure adeguate, lanciando un messaggio errato e pericoloso ai telespettatori, che a migliaia si sono rivolti al Codacons chiedendo di intervenire sul caso. Alla luce di quanto accaduto, presentiamo oggi un esposto alla Procura di Roma chiedendo di aprire una indagine alla luce della possibile fattispecie di violenza privata, accertando le responsabilità del concorrenti del GfVip e, per concorso, degli autori, del conduttore Alfonso Signorini e dei vertici Mediaset”.

“L’art. 610 del codice penale – continua il comunicato – stabilisce infatti che “Chiunque, con violenza o minaccia, costringe altri a fare, tollerare od omettere qualche cosa, è punito con la reclusione fino a quattro anni”, reato che potrebbe configurarsi negli atti di bullismo commessi nel corso della trasmissione. All’Agcom l’associazione chiede invece di adottare provvedimenti e sanzioni contro Mediaset per la possibile violazione delle disposizioni in materia di programmi televisivi“.

Al momento, non si hanno maggiori informazioni a riguardo né è dato sapere se la denuncia avrà seguito oppure no. 

Salta la diretta

Nel frattempo, però, in quel di Cinecittà la regia starebbe riscontrando dei problemi. Da questa mattina, alle ore 12 circa, la diretta del GF su Mediaset Extra è stata bloccata con il classico messaggio di un banale problema tecnico. Perciò, la produzione ha mandato ripetutamente in onda il rewind della serata precedente, ma alla fine il tutto è stato oscurato definitivamente. Per ora, nessuno ha spiegato i motivi del guasto o quali siano le reali ragioni dietro l’imprevisto che toccato la programmazione, ma è molto probabile che l’azione legale intrapresa dal Codacons sia legata ad una tale interruzione. 

Per rimanere aggiornato sulle ultime news, seguici su: Facebook, Instagram e Twitter

Diego Lanuto

Scritto da Diego Lanuto

Classe 1996, studente laureando in "Lingue, Culture, Letterature e Traduzione" presso l'Università di Roma 'La Sapienza'. Appassionato di scrittura, danza, cinema, libri e molto altro, nel corso degli anni ha collaborato con diversi siti e testate giornalistiche on line tra cui Metropolitan Magazine, ATuttoNotizie, M Social Magazine e Spyit.it. Ha scritto alcuni articoli per la testata giornalistica cartacea ORA Settimanale. Ha curato progetti in qualità di addetto stampa. Attualmente è redattore presso la testata giornalistica Vanity Class e addetto stampa del progetto "L'Amore Dietro Ogni Cosa - Andrea Crimi canta Simone Di Matteo".

ixos

IXOS X-STREAM: DEBUTTA LA CAPSULE DELLA NEW GENERATION INTERPRETATA DAI ROS

LA PREVENZIONE VIAGGIA AD ALTA VELOCITA’