in

Il nuovo progetto “Azzurrini” di YouSport

L’iniziativa, che partirà a breve nel capoluogo milanese, mira a favorire attraverso il calcio e l’adozione di nuove tecnologie l’inclusione sociale di bambini con disabilità cognitive e nello spettro dell’autismo.

Anna Billò, Gianluca Zambrotta e Beppe Bergomi

Il nuovo progetto “Azzurrini” di YouSport

Sport e inclusione sociale con il nuovo progetto “Azzurrini” di YouSport

L’associazione milanese YouSport ha presentato qualche settimana fa al Teatro Ciro Menotti il progetto pilota “Azzurrini”.

Il nuovo progetto “Azzurrini” di YouSport
il progetto AZZURRINI di YOUSPORT –  Crediti fotografici Myriam  De Rosa

Sport e inclusione sociale con il nuovo progetto “Azzurrini” di YouSport

L’iniziativa, che partirà a breve nel capoluogo milanese, mira a favorire attraverso il calcio e l’adozione di nuove tecnologie l’inclusione sociale di bambini con disabilità cognitive e nello spettro dell’autismo.

 YouSport YouSport è un’associazione sportiva dilettantistica nata nel 2020.

Ha come scopo la promozione di processi di accoglienza e di inclusione sociale tramite l’attività sportiva, finalizzati al miglioramento delle condizioni psichiche, fisiche ed educative, di sicurezza sociale e di armonia fra persone di differente provenienza e/o condizione sociale e/o stato psicofisico.

Sport e inclusione sociale con il nuovo progetto “Azzurrini” di YouSport

Integrare, includere, unire persone diverse e abituarle a prendersi cura le une delle altre, sono le priorità nella missione di YouSport.

Azioni capaci di influenzare positivamente economia e società nei prossimi anni.

Un processo di accoglienza è un processo di crescita della persona che va a beneficio della comunità che è accolta e di quella che accoglie, quindi della comunità intera.

Per questo necessita di sostenibilità, professionalità, programmazione perché il bisogno non può essere supportato solo nel breve termine.

Nei primi 2 anni di attività YouSport ha creato 7 squadre di calcio multietniche, coinvolgendo, ogni anno, 140 giovani adulti, di cui due terzi stranieri e almeno 50 donne.

Oltre a 50 minorenni di 4 scuole primarie e secondarie. Nel tempo si sono susseguite diverse collaborazioni con circa 10 organizzazioni non-profit e diversi enti pubblici.

Sport e inclusione sociale con il nuovo progetto “Azzurrini” di YouSport

Le attività, tutte gratuite, sono oggi rese possibili da uno staff

di 10 persone (tra allenatori, preparatori atletici, psicologi sportivi ed esperti di alimentazione), per un totale di circa 600 ore di attività all’anno sul campo e da una struttura operativa composta da 4 persone per un totale di circa 3000 ore all’anno.

Ad aprire l’evento il presidente di YouSport Claudio Ceriani e Samuele Robbioni, psicopedagogista sportivo e clinico e membro del Comitato Scientifico di YouSport.

Insieme hanno introdotto l’associazione sportiva dilettantistica milanese, la cui mission è creare un modello di centro sportivo fondato sull’inclusione di categorie oggi considerate diverse o fragili.

Una community di campioni del cambiamento che non esclude nessuno.

Al pomeriggio all’insegna dello sport, della musica e della solidarietà hanno preso parte oltre 500 persone.

A salire poi sul palco sono stati i campioni del mondo Gianluca Zambrotta e Giuseppe Bergomi.

Il nuovo progetto “Azzurrini” di YouSport
Gianluca Zambrotta  Beppe Bergomi Samuele Robbioni e Anna Billò –   Crediti fotografici Myriam  De Rosa

Insieme hanno illustrato al pubblico la nascita, le caratteristiche del progetto “Azzurrini” e hanno intrattenuto il pubblico presente a teatro con aneddoti relativi alle loro carriere.

 A conclusione del pomeriggio l’orchestra “Allegro Moderato” si è esibita in un concerto di musica classica sinfonica, con una selezione di brani tra cui Peer Gynt di E. Grieg e  La Gazza ladra di Rossini.

Il nuovo progetto “Azzurrini” di YouSport
l’orchestra “Allegro Moderato” si è esibita in un concerto di musica classica sinfonica, con una selezione di brani tra cui Peer Gynt di E. Grieg e La Gazza ladra di Rossini –   Crediti fotografici Myriam  De Rosa

 

Sport e inclusione sociale con il nuovo progetto “Azzurrini” di YouSport

Raccontare YouSport davanti ad un pubblico di 500 persone è stato semplicemente un colpo al cuore –   spiega Claudio Ceriani.

 

Il nuovo progetto “Azzurrini” di YouSport
Claudio Ceriani presidente di Yousport –   Crediti fotografici Myriam  De Rosa

Ringraziando Anna Billò, Gianluca Zambrotta e Beppe Bergomi  afferma che prima dell’evento, la tensione era alle stelle come ad ogni partita prima del fischio d’inizio.

 Il progetto “Azzurrini di YouSport” nasce dall’incontro di due realtà: l’associazione milanese YouSport, e la Azzurrini Academy di Como.

Il beneficio che l’attività fisica può apportare per persone affette da disabilità è stato confermato anche da una ricerca condotta dall’ISTAT nel 2019.

L’attività fisica e lo sport contribuiscono allo sviluppo delle relazioni sociali con un positivo effetto riabilitativo sulla salute.

Eppure solo il 9,1% delle persone con disabilità in Italia pratica sport, contro il 36,6% relativo al resto della popolazione.

Malgrado l’importanza dello sport sia ormai largamente riconosciuta, molto deve essere ancora fatto per accrescere la quota di persone con limitazioni che si dedicano a questa attività.

È proprio questa la direzione del nuovo progetto di YouSport: scendere in campo per superare l’idea di diversità come barriera.

Da qui nasce l’idea di una pratica calcistica inclusiva, che si pone l’obiettivo di contribuire al miglioramento delle condizioni psico-fisiche dei ragazzi, rafforzandone, consapevolezza, autostima, condizioni di salute e promuovendo la costruzione di un’identità di gruppo..

http://www.yousportsocialclub.it

Crediti fotografici Myriam  De Rosa  

Michele Vanossi

Scritto da Michele Vanossi

Oltre a lavorare e a collaborare per un noto quotidiano nazionale (il Giornale), cerca di comunicare, di parlare e di scrivere degli argomenti lo incuriosiscono e che lo appassionano maggiormente: televisione, cucina, turismo, benessere, medicina, lifestyle. In televisione partecipa in veste di opinionista a e trasmissioni televisive di successo su Raiuno come Storie Italiane, Vita in diretta e Detto Fatto su Raidue ; da giovane ha partecipato a quiz televisivi e ha recitato piccole parti in soap-opera e spot pubblicitari. Ha pubblicato un libro sulla storia della televisione italiana con Gribaudo/Feltrinelli dal tiolo. “Le Signorine Buonasera il racconto di un mito tutto italiano dagli anni Cinquanta ad oggi”.

Luciana Turina dice “Sì” per la terza volta | Intervista

Milly Carlucci: “Il Cantante Mascherato prosegue!”