in

Il sogno della moda per Tazio Lupi

Un giovane che sa quello che vuole

Il sogno della moda per Tazio Lupi

Il sogno della moda per Tazio LupiTazio Lupi ha vent’anni e il suo sogno è quello di riuscire a diventare un grande stilista.

Deciso e determinato, il giovane sa che la strada nella moda potrebbe essere in salita, ma ha un obiettivo ben preciso e le idee molto chiare.

Che cosa ti piacerebbe fare?

Il sogno della moda per Tazio Lupi«Creare abiti. Sogno un futuro nel mondo della moda, nella creazione del vestiario. Vorrei diventare uno stilista apprezzato, anche se non ho ancora fatto nulla, spero di riuscirci al più presto.

Il sogno della moda per Tazio LupiHo da poco finito gli studi e sto valutando come intraprendere questa strada, anche, magari iscrivendomi ad un’Università di Moda».

Il sogno della moda per Tazio LupiQuali sono le creazioni che ami fare di più?

«Per il momento amo dare una nuova vita agli abiti.

Il sogno della moda per Tazio LupiPer esempio, quando ho un paio di pantaloni che mi stanno stretti, ne taglio un pezzo e lo attacco su un altro pantalone, in modo così da reinventarli».

C’è uno stilista che consideri un guru?

«Sì, Virgil Abloh, creatore di Off-White, oltre che direttore artistico di Louis Vuitton, dal 2018 fino alla sua prematura morte. Il mio sogno è che la gente, un giorno indossi i miei capi.

Amo molto la musica internazionale e sogno di vedere un cantante famoso che indossa una mia creazione in un video.

Il sogno della moda per Tazio LupiÈ vero che non li ho ancora creati ma li immagino neri, una tinta che adoro. Una collezione molto dark, in un mondo, quello della moda, che è in continua evoluzione».

Cosa fai nel tempo libero?

«Amo giocare a calcio con i miei amici. Loro mi supportano tanto nei miei sogni e mi spronano a provarci. Inoltre, mi chiedono sempre consigli sull’outfit, quando devono vestirsi.

Il sogno della moda per Tazio LupiMi piace essere un punto di riferimento».

Ti piacerebbe fare anche qualcosa in tv e al cinema?

«Sono certo che entrambi siano modi molto validi per farsi notare e se fare un’esperienza di questo tipo può servire a farmi vedere per le mie creazioni, assolutamente la farei».

Qual è stato il capo di abbigliamento che ti ha fatto capire che volevi diventare un creator di moda?

«Le scarpe. Le ho sempre amate! Sin da piccolo, quando mi chiedevano cosa volessi per il compleanno rispondevo che avrei desiderato ricevere un paio di scarpe e infatti, ne ho tantissime».

 

Francesca Lovatelli Caetani

Scritto da Francesca Lovatelli Caetani

L'autore non ha ancora aggiornato la sua biografia.

Vanessa Jay Mulder a San Marino

Papeete Beach – Milano Marittima: Sunset Ritual il 13 e 14 aprile