in

La nuova stagione del Teatro Vascello, il gioco della verità

Tutto questo, in sostanza e verità, non è nient’altro che un gioco

La nuova stagione del Teatro Vascello il gioco della verità

La nuova stagione del Teatro Vascello, il gioco della veritàCon le parole tratte dal volume Il mondo salvato dai ragazzini di Elsa Morante, Manuela Kustermann Direttrice artistica del Teatro Vascello a Roma spiega quali intenzioni sono alla base della nuova stagione teatrale 2024/ 2025.

Il perché ce lo spiega lei stessa

Ho scelto questa frase tratta dal il mondo salvato dai ragazzini perché riconduce il teatro al pensiero del gioco in purezza, inteso come serio e necessario.

Un gioco serio dunque dove la realtà emerge in tutta la sua potenza.

Viene lanciata una sfida allo spettatore.

La sfida è quella di condurci a ritrovare dentro noi stessi  quello sguardo adolescenziale che permette di credere che tutto sia ancora possibile.

Classico contemporaneo

Una stagione importante per diversi motivi, primo fra tutti il compleanno della compagnia La Fabbrica dell’attore.

Raggiunto il traguardo dei 50 anni merita di essere festeggiata con lo spettacolo evento dal titolo 50 anni di (R)esistenza.

La nuova stagione del Teatro Vascello, il gioco della veritàUn tuffo nelle atmosfere degli anni ’60 e ’70, un amarcord gioioso ed entusiasmante.

Come sempre grande attenzione alla presenza artistica  femminile.

Nomi eccellenti di attrici, registe, drammaturghe, danzatrici che offriranno al pubblico  la peculiarità del loro sguardo sulla realtà.

A maggio per esempio un progetto speciale dedicato alle donne che hanno cambiato la storia nel campo della musica, dell’arte, della scienza, della pedagogia.

Ecco dunque i ritratti di Camille Claudel, Marie Curie, Marilyn Monroe, Maria Montessori, Rosa Luxembourg e Billie Holiday. Una stagione dove si bilanciano perfettamente classici e drammaturgia contemporanea.

Per i classici con Il Giardino dei Ciliegi, Faust, Edipo Re, Moby Dick, La Gatta sul tetto che scotta, La pulce nell’orecchio, la Scortecata tratto da una novella del Basile.

La contemporaneità è affidata ai testi di Rosalina Conti, Han Kang, Linda Dalisi, Fabrizio Sinisi, Eleonora Danco, Gabriele De Luca, Monica Dolan, Antonio Rezza e Flavia Mastrella.

Il ritorno poi di Fabrizio Gifuni  con la rilettura di Ragazzi di vita di Pasolini intrecciata con altri suoi scritti.

E poi l’intenso e coinvolgente Con il Vostro irridente silenzio frutto dello studio delle lettere di Aldo Moro dalla prigionia e del suo memoriale.

La nuova stagione del Teatro Vascello, il gioco della veritàCome da tradizione la stagione viene aperta da una personalità indiscussa del teatro nazionale e quest’anno è affidata al maestro Glauco Mauri con il De Profundis di Oscar Wilde.

Non solo teatro di parola

Il Teatro Vascello si distingue anche per l’ampio spazio concesso alla danza.

Ecco quindi l’ omaggio alla compagnia Spellbound per festeggiare i loro 30 anni di attività.

E poi Cristiana Morganti storica danzatrice della compagnia di Pina Baush con master class e la sua nuova creazione Behind the light.

E per i bambini ( anche quelli nascosti nell’interiorità  degli adulti) la compagnia circense Circo El Grito offrirà evasione e divertimento con due loro fiabesche creazioni.

di Anna Maria Di Francesco

Redazione

Scritto da Redazione

La redazione di VanityClass.

28/6 130esimo Anniversario di “Torna a Surriento”, a Sorrento

Chronology of a mind