in

Les Vernissage: Stefano Carbone e la sua food art

Un tocco di fantasia in più alla patria della cultura, dell’arte e della tradizione culinaria

Les Vernissage

Ha inaugurato il 6 Dicembre “Les Vernissage”.

Les Vernissage: Stefano Carbone e la sua food artE’ un ristorante unico nel suo genere, dove ricerca, cura e amore sono gli ingredienti del progetto per una cucina che è un racconto per immagini, come ama dire lo chef, Stefano Carbone.

Les Vernissage: Stefano Carbone e la sua food artIn via Gaspare Gozzi 6, ha visto presenti personaggi del jet set milanese, tra cui Fabrizio Corona e Laura Devika.

Les Vernissage: Stefano Carbone e la sua food artSono accorsi nel locale per ammirare e gustare la food art di Carbone, seguito su Instagram da oltre 30.0000 persone.

Les Vernissage: Stefano Carbone e la sua food artOriginario della provincia di Foggia, questo chef ha viaggiato in ogni parte dell’Europa, facendo esperienza con diverse brigate stellate, come da Alain Ducasse, a Le Meurice e all’Alkimia di Barcellona.

Les Vernissage: Stefano Carbone e la sua food artOra ha aperto un ristorante tutto suo, nel quale la sua creatività è veramente al massimo.

Les Vernissage: Stefano Carbone e la sua food artLe sue ispirazioni sono i film, la natura, l’arte, perché Carbone ha sempre avuto il sogno di disegnare.

Les Vernissage: Stefano Carbone e la sua food artE lo ha fatto, non su fogli o tele, ma sui piatti, perché anche la cucina è arte ed è l’abilità dello chef a renderla tale.

Cibi che si gustano, quindi, prima con gli occhi e poi con il palato, da Les Vernissage, dove le foto da fare al piatto sono gradite, tra petali, fiori, ortaggi, tutto naturale e quasi mai utilizzo di coloranti.

Tantissima la pop art come fonte di ispirazione, la cucina molecolare.

E, soprattutto, la fantasia dello chef, che ritiene che la food art in Italia sia ancora poco conosciuta, nonostante l’Italia sia la culla della cultura e dell’arte.

 

 

Redazione

Scritto da Redazione

La redazione di VanityClass.

Al Carnica di Roma rivive il mito di Maria Callas

Dalla Sicilia al Trentino-Alto Adige

Dalla Sicilia al Trentino, tutti ballano la musica di Biagio D’Anelli