in

Mytable, un marchio per la nostra tavola | Rosso Valentino

Mytable

In questi due anni gran parte delle nostre abitudini sono cambiate, malgrado nessuno di noi l’avesse deciso, portando anche chi non viveva a pieno la propria casa a farlo per forza di cose, in certi casi adattandosi e in altri innamorandosene: la condivisione si è ridotta al nocciolo, chi era dentro era dentro, chi era fuori era fuori. Abbiamo ingannato parte del tempo impastando torte dolci e salate, pasta fresca e tutto ciò che ci ha fatto (ri)scoprire ricette in alcuni casi perse nel tempo, portando molti di noi ad apprezzare una tavola fatta sì di cose buone, ma anche di cose belle perché, in tanti o pochi che siamo, è bello stare intorno a una bella tavola, sempre. Da questo gioco di parole e da queste considerazioni, nell’estate 2020 da Beatrice Galbiati nasce l’idea di Mytable Milano.

Mytable, un marchio per la nostra tavola | Rosso Valentino

Mytable e l’importanza delle piccole cose

L’intento è quello di voler sottolineare la piacevolezza di cose che prima forse erano scontate. O, per contro, nemmeno considerate. Partendo dal lino color burro in tutta la sua elegante semplicità, con la sua compagna d’avventura, che è la vera anima di Mytable Milano, la cifra o monogramma, quella che tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo ritrovati ricamata su qualche asciugamano o tovagliolo ereditati da splendidi corredi di qualche adorata nonna, diventa protagonista dando, con discrezione, una personalità a qualcosa che non è più per tutti ma per uno solo.

Mytable, un marchio per la nostra tavola | Rosso Valentino

Il plus? Un prodotto talmente pulito che ci permette di giocare con qualsiasi cosa anche eccessiva tanto da trasformare la tavola in un meraviglioso bazar di oggetti provenienti da ogni dove. Piatti e piattini colorati, fiorati o bordati comprati a mercatini improbabili in cui si scovano fantastiche chincaglierie. Brocche e vasi di ogni forma e colore riempiti di fiori freschi o anche un po’ sfioriti. Posate dorate, argentate, sagomate. Bicchieri barocchi, calici decò, bicchierini da amaro scompagnati. Tovaglie coloratissime e di infinite fantasie vintage o nuove. Insomma, chi più ne ha più ne metta. Perché un americano o un tovagliolo di lino con una cifra a contrasto non possono davvero dire di no a nulla.

Mytable, un marchio per la nostra tavola | Rosso Valentino

Ricamati con pensieri e parole, o un soffio di glamour se il ricamo è il red lipstick, o ancora amore per una leggera nota di kitsch se si preferisce il gold lipstick su cotone rosa flamingo che fa un po’ Miami decò o party hollywoodiano anni ‘50, o passione per i colori se si sceglie il set happy lipstick perfetto sui tavolini di un giardino d’estate esattamente come perfetta è l’oliva nel Martini. Insomma ce n’è per tutti i gusti. Non dimentichiamo però che anche qui la personalizzazione può far da padrona: doppia o singola cifra su lino burro non sfigurerà mai e, in questo caso, rigorosamente minuscola. Un vezzo? Assolutamente sì.

Mytable, un marchio per la nostra tavola | Rosso Valentino

Valentino Odorico

Scritto da Valentino Odorico

Valentino Odorico, giornalista di moda scrive per numerose testate internazionali di settore. Produttore di servizi fotografici per fashion magazine è un volto noto anche del piccolo schermo. Da anni conduce programmi per la televisione Svizzera e recentemente ha anche curato una propria rubrica sulla moda ecosostenibile su Tv8, nel programma "Ogni Mattina" condotta da Adriana Volpe.
E' autore e conduttore del programma "Rosso Valentino" sul canale nazionale GO-TV sul 63 del digitale terrestre. Attualmente sono in fase di realizzazione anche nuovi format e progetti televisivi. E' anche fondatore ed amministratore delegato della NAZCA, società internazionale di comunicazione specializzata nel segmento lifestyle.

Stefania-Orlando-

Stefania Orlando approda su Discovery

“Il Maestro” di Melanie Francesca