in

Plasma ricco in fattori di crescita: PRGF

Le nuove frontiere dell’antiaging

 

Plasma ricco in fattori di crescita: PRGFParola all’esperta, la dottoressa Olivia Muraglia

“Come specialista in ortognatodonzia e lavorando in sinergia con i chirurghi maxillo-facciali per i quali seguo e tratto il paziente nel pre e nel post chirurgia ortognatica (la chirurgia che riposiziona i mascellari superiore e inferiore), da sempre mi occupo anche di tessuti molli periorali, ossia di correggerne eventuali piccole asimmetrie, quelle che non riguardano la base ossea che è di competenza chirurgica.  Si tratta di tecniche iniettive di riempimento a base principalmente di acido ialuronico e di stimolazione dei tessuti a base di composti vitaminici, di polinucletidi e di PRGF-Endoret ovvero Plasma ricco in fattori di crescita. 

Plasma Ricco In Fattori di Crescita

PRGF è l’acronimo di Plasma Ricco In Fattori di Crescita, questi fattori tra i quali il PDGF, il TGF beta, il VEGF, l’IGF-1, l’FGF e l’EGF, sono proteine contenute all’interno delle piastrine o trombociti presenti nel nostro sangue che, quando liberate, mediano il processo di riparazione delle 

ferite(cicatrizzazione) e innescano i meccanismi che portano alla rigenerazione dei tessuti duri e molli. I grow factors hanno la capacità di stimolare la proliferazione ma soprattutto il differenziamento cellulare legandosi ai recettori delle staminali del tessuto dove vengono liberati. 

Applicando questo gel autologo nella zona da curare, si aumenta la naturale capacità di riparazione del tessuto dove è stato applicato, un po’ come mettere un turbo ad un motore, il processo di guarigione diventa più rapido e di migliore qualità. 

Plasma ricco in fattori di crescita: PRGF

 

Tecnologia, efficace nella rigenerazione di vari tessuti

Questa tecnologia, efficace nella rigenerazione di vari tessuti: osso, pelle, mucosa orale, tendini, legamenti, muscoli, cartilagine, cornea, cuoio capelluto, è quindi applicabile a innumerevoli campi della medicina: 

– chirurgia orale e maxillo-facciale 

– ortopedia e medicina dello sport 

– dermatologia 

– oftalmologia 

– chirurgia vascolare 

– chirurgia plastica ed estetica 

– tricologia 

– chirurgia veterinaria 

 

Plasma ricco in fattori di crescita, una tecnica riconosciuta nel mondo

Questa tecnica unica e sicura è stata riconosciuta in tutto il mondo e brevettata dal BTI Biotechnology Institute ed è l’unico trattamento al plasma al quale sia stata concessa la licenza in Europa per trattare il ringiovanimento della pelle. 

Essendo inoltre l’unico trattamento dove non si fa uso di leucociti, i risultati del ringiovanimento sono migliori e molto meno presenti gli effetti collaterali legati all’azione dei leucociti quali infiammazione con gonfiore(edema) e rossore post trattamento della durata variabile di 3/7 giorni”. 

Plasma ricco in fattori di crescita: PRGFIN COSA CONSISTE LA TECNICA ?

La tecnica consiste in un prelievo venoso al paziente di circa 30/60cc (l’equivalente di un normale esame ematico) e nel separare con una speciale centrifuga la parte corpuscolata del sangue (globuli bianchi e rossi) dalla parte plasmatica liquida e semitrasparente costituita da piastrine e fibrina. 

Al plasma viene aggiunta una piccola quantità di cloruro di calcio, un sale inerte privo di effetti 

collaterali, che ha lo scopo di “attivare” le piastrine ossia di farle degranulare con liberazione dei GF in esse contenuti. 

Si otterrà così facendo un concentrato AUTOLOGO cioè proprio del paziente, che andremo ad 

auto trapiantare con tecniche iniettive nella sede che vogliamo migliorare: viso, collo, décolleté, mani, ma non viene escluso il trattamento anche per zone quali addome, cosce e braccia. 

Dopo il trattamento il paziente può riprendere immediatamente le normali attività quotidiane, 

lavorative e sociali. 

Dopo ogni seduta vi è un leggero turgore della pelle con leggero effetto lifting, i risultati cominciano ad essere visibili dopo circa 24 ore e saranno progressivamente migliori dopo le successive sedute. 

Il trattamento di ringiovanimento con PRGF è indicato dopo i 35 anni di età con lo scopo di prevenire il processo di invecchiamento e dopo i 45 anni con finalità rigenerative e curative. 

Il numero di sedute varia da paziente a paziente e dipende dal grado di invecchiamento cutaneo, 

solitamente viene consigliato di sottoporsi a circa tre sedute il primo anno abbastanza ravvicinate(1/2 mesi) e due sedute annuali di mantenimento. 

RISULTATI 

L’utilizzo dei fattori di crescita piastrinici, stimolando nella pelle i fibroblasti, cellule adibite alla produzione di acido ialuronico, collagene, elastina, favorisce: 

– una attenuazione delle rughe 

– un aumento di spessore e di consistenza dei tessuti 

con riduzione delle lassità cutanee 

– un’aumentata idratazione 

– un’aumentata luminosità della pelle 

– un rallentamento del processo di aging cutaneo 

– un’assoluta compatibilità con altre procedure di 

Medicina Estetica sia di tipo iniettivo che di tipo 

elettromedicale con la giusta tempistica stabilita dal 

medico. 

Redazione

Scritto da Redazione

La redazione di VanityClass.

omofobia

Contro l’omofobia anche il mondo degli affari e della finanza

Barbara

Barbara d’Urso, oggi la conduttrice spegne 64 candeline