in

Poet-Lab, il nuovo brand di Giuseppe Iaciofano

Un marchio che rispetta la diversità e da valore all’anima di chi ne indossa i capi

Poet-Lab

Quello della fuga di cervelli e talenti è senza ombra di dubbio uno dei fenomeni che più colpisce (negativamente) il nostro Paese. Sono sempre di più coloro che, ritrovatisi sprovvisti di opportunità in Italia, decidono di cercare la propria strada altrove e uno di questi è sicuramente Giuseppe Iaciofano. Dalle scuole del Molise, infatti, è stato in grado di costruire la propria carriera a Londra partendo da zero e divenendo in pochi anni uno dei fashion designer più in voga della capitale britannica, dove, proprio nei mesi scorsi, ha dato vita al nuovo brand inclusivo Poet-Lab. 

Tra tendenza e creazione, il leit-motiv di Poet-Lab

Creato nel 2023, Poet-Lab è un marchio che si prefissa come scopo quello di rispettare la diversità e di riconoscere il valore di chiunque ne indossi i capi, a prescindere dalle varie tipologie di occasione o contesto. Nello specifico, esso prende forma da un’attenta ed incessante ricerca di un modo soddisfacente per poter aiutare oloro che non hanno un approccio facile e immediato con gli indumenti della quotidianità. Non a caso, il nome sta a significare propriamente “laboratorio di un poeta” e la sua collezione si presenta con un approccio rilassato, autentico, caloroso e naturalmente alla moda. 

Al di la di ciò, però, l’intento che vi si nasconde dietro non è soltanto quello di voler offrire un’ampia possibilità di scelta a chi non sa semplicemente cosa mettere. Al contrario, il fine ultimo è mostrare alle persone che se si riesce a credere in se stessi, allora ogni cosa è possibile. Difatti, Poet-Lab incarna un’anima sognatrice che vuole raggiungere dei traguardi e che non ha paura delle difficoltà che può incontrare lungo il percorso. In altre parole, conferisce una rinnovata forma agli ideali che hanno sin da subito animato la vita del suo giovane creatore. 

Giuseppe Iaciofano: vita e carriera

Nato e cresciuto a Sant’Elena Sannita, un piccolo comune in provincia di Isernia, Iaciofano (33 anni) è uno stilista e fashion designer che si è ritagliato uno spazio sulla scena europea muovendo i primi passi nelle terre d’oltre Manica, che gli hanno offerto l’opportunità dar pienamente sfogo alla propria creatività. Dopo una serie di occasioni sfumate e un atteggiamento fortemente discriminatorio nei suoi confronti, infatti, ha deciso di spostarsi all’estero ed è lì che la sua carriera in ascesa ha preso il via. Spinto dalla convinzione che non esistano schemi prefissati da seguire, ha ideato diversi marchi di moda cercando di andare oltre gli standard mediante il dialogo tra gli opposti. 

Poet-Lab, il nuovo brand di Giuseppe Iaciofano

Il suo universo intellettuale e artistico, in effetti, unisce concetto, poesia, struttura e immagine, tant’è che la formula raggiunta nel tempo gli ha permesso di dar vita a capi geometrici e minimalisti che mettono in risalto la silhouette e rielaborano quegli elementi in streetwear di lusso. Tutto ciò ha portato alla creazione di un lungo percorso costellato di tante soddisfazioni (ha vestito svariati volti celebri tra cui Vladimir Luxuria, Mr. Adam Abraham, Biagio D’Anelli e Marisa di Mauro, per citare i più recenti) e, purtroppo, di altrettante difficoltà affrontate con coraggio e determinazione.

Al momento, Giuseppe è direttore creativo di Poet-lab e collabora come content creator per FAbUk, VuezmagazineNYC, Coast2coast Spain e Loveluxury.

Per rimanere aggiornati sulle ultime news, seguiteci su: Facebook, Instagram e Twitter

Foto © per gentile concessione di Giuseppe Iaciofano
Diego Lanuto

Scritto da Diego Lanuto

Classe 1996, studente laureando in "Lingue, Culture, Letterature e Traduzione" presso l'Università di Roma 'La Sapienza'. Appassionato di scrittura, danza, cinema, libri e molto altro, nel corso degli anni ha collaborato con diversi siti e testate giornalistiche on line tra cui Metropolitan Magazine, ATuttoNotizie, M Social Magazine e Spyit.it. Ha scritto alcuni articoli per la testata giornalistica cartacea ORA Settimanale. Ha curato progetti in qualità di addetto stampa. Attualmente è redattore presso la testata giornalistica Vanity Class e addetto stampa del progetto "L'Amore Dietro Ogni Cosa - Andrea Crimi canta Simone Di Matteo".

Spencer Watts, un viaggio tra astrazione e simbolismo

SANREMOSI NOVELLA 2000 EAU DE MILANO AWARD