in

“REESTOGREEN”, dal 13 febbraio il nuovo format tv

Dal 13 febbraio ogni martedì alle 21:00 Su Food Network canale 33 e disponibile in streaming su discovery+

 

“REESTOGREEN”

“Reestogreen” (6×30) è una produzione Recarcano per Warner Bros. Discovery.

Reestogreen è il nuovo programma condotto dal volto tv Chiara Carcano e dallo chef Federico Fusca.

L’esilarante coppia lancia una sfida ai ristoranti italiani, scelti dopo un’accurata selezione sulla base del principio della prevenzione dello spreco alimentare che, nel nostro Paese si celebra il 5 Febbraio.

“REESTOGREEN”, dal 13 febbraio il nuovo format tvChiara e Federico collaboreranno con i cuochi e i proprietari dei locali per esplorare soluzioni pratiche e creative per ridurre gli sprechi alimentari, utilizzando al meglio tutti gli ingredienti.

“Zero sprechi in cucina” è questo, infatti, il claim di REESTOGREEN

Come è nata l’idea del programma?

“L’idea nasce quando nel 2017 abbiamo iniziato a portare programmi di cucina con un occhio allo spreco alimentare.

“REESTOGREEN”, dal 13 febbraio il nuovo format tvAbbiamo prodotto Chef Save The Food con una gara web tra frigoriferi e chef prima, tra famiglie su LA5 poi.

L’anno scorso collaborando con diverse realtà della ristorazione abbiamo pensato di dare un’opportunità nuova ai ristoranti.

Non competere  per chi è il più bravo a cucinare ma unirsi per mandare degli insegnamenti positivi a casa su come migliorare l’impatto ambientale oltre che risparmiare a fine mese!

“REESTOGREEN”, dal 13 febbraio il nuovo format tvPerché non buttare cibo vuol dire anche questo!”-dice il produttore Luca Carcano

Ristoranti di pesce e carne, trattorie, pizzerie, sushi e ristoranti gourmet, queste le categorie.

Come li avete scelti?

“I ristoranti son stati selezionati per categorie.

“REESTOGREEN”, dal 13 febbraio il nuovo format tvPerché ogni ristorante ha la sua peculiarità.

Lavorando spesso su quei prodotti ha esperienza e  competenza per insegnare a casa come utilizzarli e soprattutto RIutilizzarli!

Poi ovviamente cucina, location e la personalità dei propri chef hanno fatto il resto!”-continua Carcano

“REESTOGREEN”, dal 13 febbraio il nuovo format tvIl mondo della ristorazione è cambiato?

“Il mondo della ristorazione è perennemente in cambiamento.

Il programma è stato registrato nel 2023 e solo pochi anni fa quello della ristorazione è stato uno dei settori più colpiti dalla pandemia!

“REESTOGREEN”, dal 13 febbraio il nuovo format tvI ristoratori, come gli chef, hanno dovuto per forza inventarsi qualcosa di nuovo, dal delivery, alla conservazione degli alimenti, alla creazione di menù del giorno a nuove modalità di comunicazione!

Quanti chef hanno iniziato a lavorare sui social durante la pandemia?

Un esempio lo abbiamo in casa! Federico Fusca ha iniziato proprio per hobby, durante la pandemia, la sua carriera da content creator”.

“REESTOGREEN”, dal 13 febbraio il nuovo format tvA tutti verrà fornita una box di ingredienti, che dovrà essere utilizzata per la realizzazione della ricetta.

Con Chiara e Federico sarà sicuramente stato divertente lavorare; ci raccontate uno tra gli episodi più divertenti?

“Lavorare con Chiara e Federico è stato uno spasso.

“REESTOGREEN”, dal 13 febbraio il nuovo format tvSiamo un team giovane, abbiamo passato tanto tempo assieme sul set e quando lavori tanto ci devono essere per forza dei momenti di svago.

Battute scherzose son sempre state all’ordine del giorno! Uno dei momenti più divertenti è stato quando Chiara, non amante delle ostriche, è stata obbligata da Federico a mangiarla.

L’espressione forzata è stata unica!

Ma anche quando ci siamo persi per la Toscana sbagliando più volte uscita o quando finito il set i ristoratori ci gonfiavano come delle botti per farci assaggiare tutto il loro menù! Poi dovevi lavorare con la bolla al naso!”

Chi è più bravo in cucina, Chiara o Federico?

“Partendo da una citazione possiamo dire che Chiara è molto più bella che brava a cucinare.

Federico nasce chef  quindi vince facile.

La cosa bella è proprio questa.

Chiara che impara e Federico che insegna!”

Tre i ristoranti che ogni puntata faranno la loro ricetta antispreco con gli ingredienti a sorpresa. 3 ricette succulente a puntata!

A quale pubblico si rivolge Reestogreen?

“Reestogreen si rivolge al pubblico più ampio possibile.

Dall’appassionato di cucina che vuole scoprire nuove ricette a chi vuole passare una mezz’oretta in compagnia di un programma leggero, divertente che ti fa venire l’acquolina in bocca!”

continua il produttore Luca Carcano

Quali devono essere gli ingredienti fondamentali per un programma di successo?

“Tutte le nostre produzioni cercano di ottenere il successo attraverso una comunicazione leggera su temi importanti e caldi.

Soprattutto i più giovani devono essere e sono attenti al nostro pianeta.

Il futuro è loro.

Se poi uniamo: un programma divertente, la cucina, una distribuzione importante con un player internazionale. Le carte in regola ci sono tutte!”

“Dopo Chef Save The Food torno con un nuovo programma di cucina, stavolta assieme a Federico. è stato uno spasso, io che amo mangiare ho assaggiato ben 18 piatti.

Con Federico sul set poi non mancavano risate in continuazione. Ci siamo proprio divertiti mandando comunque un messaggio importantissimo.

L’alimentazione per una che fa il mio lavoro è importantissima e farò tesoro dei consigli su come utilizzare al meglio tutti gli alimenti senza buttare niente.

Non buttare significa più mangiare! “-sottolinea Chiara Carcano

“Partecipare come co-conduttore con Chiara in Reestogreen è stato fantastico.

Ci siamo divertiti in giro per l’Italia con un team fatto di ragazzi giovani.

Il mio compito era quello di aiutare gli chef dei ristoranti a mandare più messaggi di riutilizzo dei prodotti possibile.

Per questo motivo sono salito subito a bordo! è un tema importante a cui tengo particolarmente.

“REESTOGREEN”, dal 13 febbraio il nuovo format tvCon Chiara poi sul set non son mancati scherzi e battute esilaranti. Una volta son anche entrato con l’elmo romano mentre cucinavano!”-aggiunge Federico Fusca

Gli ingredienti sono a sorpresa e gli chef dovranno creare piatti usando pesce fresco, ma anche parti considerate scarti, o anche carne, scovando ricette delle tradizioni tipiche delle trattorie

O di ristoranti gourmet, attenti all’eleganza che non trascura la sostenibilità e la responsabilità sociale nelle preparazioni delle delizie in tavola.

Non potevano mancare i ristoranti di sushi

E’ un trend che persiste nel nostro Paese e non solo, e tra tutte le generazioni, o le pizzerie, protagoniste dell’ultima puntata della prima stagione di “Reestogreen”, amatissime da sempre

Sono ambasciatrici della sostenibilità per eccellenza, perché su una pizza non si butta via proprio niente!

Imparare a cucinare risparmiando oggi si può, anche grazie a un programma tv!

I partecipanti

EP1 PESCE: Locanda del Gusto (Pietrasanta) – Il cenacolo (Vengono Inferiore) – Argentee (Concorezzo) EP2 TRATTORIE: Ristorante Rugantino (Lurago D’erba) – Celsus (Lissone) –

Osterietta (zibido san giacomo) EP3 GOURMET: Terrazza Mata (Macherio) – Nettuno Club (Carrara) – Bodeguero (Cislago) EP4 CARNE: Gusto tondo (Cesano Maderno)

Prosciutteria 21 (Cesano Maderno) – Lombo e cucinieri (Barasso) EP5 SUSHI: Sanshi (Verona) – Sugoi (Cesano Maderno) – Mizu (Varese) EP6 PIZZA: Bolle (Monza)

Pizzaround (Paina) – Biga (Milano)

https://www.instagram.com/chiaracarcano/

https://www.instagram.com/federicofusca/

 

Francesca Lovatelli Caetani

Scritto da Francesca Lovatelli Caetani

L'autore non ha ancora aggiornato la sua biografia.

Piano Mattei

“Piano Mattei”, l’asse Europa-Africa e il “ponte italiano” di Giorgia Meloni

Sesso, clima e rock’n’roll in un podcast