in

Sandra Milo, muore a 90 anni la musa di Fellini

Un sorriso che non si spegnerà mai, nemmeno di fronte alla morte

Sandra Milo

Si è spenta all’età di 90 anni l’attrice Sandra Milo, uno dei volti di punta del panorama cinematografico italiano del decennio ’60 – ’70. Musa di Federico Fellini, del quale fu anche amante come rivelato da lei stessa a Porta a Porta nel 2009, ha segnato un’intera epoca grazie alle sue interpretazioni e si è sempre contraddistinta per il suo essere profondamente “avanti” rispetto ai tempi che l’hanno vista arrivare al successo. A dare notizia della sua scomparsa i tre figli Deborah Ergas, Ciro De Lollis e Azzurra De Lollis, con una nota ufficiale diffusa attraverso i canali social della defunta madre. 

La vita di Sandra Milo tra amori e passione, cinema e televisione

Sandra Milo, muore a 90 anni la musa di Fellini
Sandra Milo
Fonte: Web

Oggi alle 8:25 del mattino nostra madre è venuta a mancare. – si legge nel post scritto dai figli di Sandrocchia, il soprannome che le aveva attribuito Fellini – Ci ha lasciato serenamente, addormentandosi nel suo letto, nel modo in cui ci aveva espressamente richiesto., circondata dal nostro amore e da quello dei suoi amati cani Jim e Lady. Vi chiediamo di rispettare il nostro immenso dolore e di pregare per la sua anima, rivolgendole un pensiero di luce. Ringraziamo sentitamente nostro padre Ottavio de Lolllis, l’avvocato Bruno della Ragione, Maurizio Pennesi, Alberto Matano, Cristina Morea, Maria Grazia Cucinotta, Claudio e Pino Insegno, Franco Brel, Angelo Genovese, Franco Lattanzi e sua moglie Rita, Enrico Pola, Federica Di Giacomo, Lorenzo Picone, Luigi Alesi, Angelo De Biasio, Carlotta e Gabriele Malaguti, Marina e Tullio, Maricla Verdesca, Simona Ballarino. E se abbiamo dimenticato qualcuno ce ne scusiamo sentitamente 💔
Debora, Ciro, Azzurra”.

Tra alti e bassi, la carriera di Sandra Milo ha attraversato svariati decenni e ha assunto varie forme, rinnovandosi di volta in volta. Un po’ come la sua vita, nel corso della quale è stata in grado di affiancarsi ai personaggi più voga del momento, divenendo poi lei stessa una di loro. Pellicole per il grande schermo, film per la televisione, serie tv per le piattaforme di streaming, reality show, programmi radiofonici e spettacoli teatrali, sono tante le opere che l’hanno vista impegnata su più fronti ed è per questo che citarne soltanto qualcuna sarebbe a dir poco riduttivo. Allo stesso modo, non sarebbero sufficienti poche righe a riassumere il percorso di un’artista che ha avuto l’opportunità di lavorare con volti del calibro di Totò, Alberto Sordi, Vittorio De Sica, Virna LisiRaimondo VianelloRoberto Rossellini Pupi Avati, tra gli altri.

Sandra Milo, muore a 90 anni la musa di Fellini
Fonte: Instagram

Tuttavia, è innegabile che sia riuscita a lasciare un segno in ciascuno di quegli ambiti che le hanno permesso di mettere in mostra il proprio talento e una positività innata verso un mondo che non è mai stato eccessivamente generoso nei suoi confronti. La sua forza, la voglia di continuare e riprovarci nonostante tutto o tutti, quell’insolito (per i giorni nostri) spirito di fedeltà ai propri principi, l’hanno resa un modello per generazioni di donne a cui ha insegnato, seppur involontariamente, a non temere nulla, nemmeno la morte. Difatti, in una recente intervista aveva dichiarato:  

«Ho 90 anni, ma non ho paura di morire, ad un certo punto toccherà anche a me. Da bambina sono cresciuta sotto le bombe, la morte era sempre vicina». 

Per rimanere aggiornati sulle ultime news, seguiteci su: Facebook, Instagram e Twitter

Diego Lanuto

Scritto da Diego Lanuto

Classe 1996, studente laureando in "Lingue, Culture, Letterature e Traduzione" presso l'Università di Roma 'La Sapienza'. Appassionato di scrittura, danza, cinema, libri e molto altro, nel corso degli anni ha collaborato con diversi siti e testate giornalistiche on line tra cui Metropolitan Magazine, ATuttoNotizie, M Social Magazine e Spyit.it. Ha scritto alcuni articoli per la testata giornalistica cartacea ORA Settimanale. Ha curato progetti in qualità di addetto stampa. Attualmente è redattore presso la testata giornalistica Vanity Class e addetto stampa del progetto "L'Amore Dietro Ogni Cosa - Andrea Crimi canta Simone Di Matteo".

Guglielmo Sodero lancia la sua startup “Joy Italian Love”

Piano Mattei

“Piano Mattei”, l’asse Europa-Africa e il “ponte italiano” di Giorgia Meloni