in

Siae, attacco hacker ai danni dell’agenzia

L’attacco hacker alla Siae minaccia i dati di molti lavoratori del mondo dello spettacolo.

Siae

E’ stato formalmente aperto in questi giorni dai PM romani un fascicolo di inchiesta per tentata estorsione e accesso abusivo a seguito di un attacco hacker alla Siae. L’evento sarebbe a opera della EVEREST RANSOM TEAM. Le indagini sono state affidate alla Polizia Postale. Al momento ha riscontrato che dati sensibili come quelli anagrafici, identitari e bancari di alcuni artisti sarebbero già comparsi sul “ dark web”. Artisti come AL BANO e SAMUELE BERSANI risultano tra le vittime.

Siae, i dati degli artisti finiti nel dark web

Dopo le minacce via sms, i pirati informatici sferrano il primo colpo con un’azione dimostrativa, per provare di essere in possesso di molti gigabyte. Questi corrisponderebbero a migliaia di file, dati rubati alla Società degli autori ed editori, la SIAE , alcuni giorni fa. Per di più, è stato chiesto un riscatto di tre milioni di euro in BITCOIN, garantendo di cancellarli, dopo aver ricevuto il pagamento, diversamente li renderanno pubblici.

Sulla vulnerabilità dei sistemi informatici è intervenuto il Sig. Luciano Carta, presidente di LEONARDO, l’azienda attiva nei settori della difesa, dell’aerospazio e della sicurezza. Il Sig. Carta ha dichiarato che è quasi impossibile trovare al momento un sistema di protezione, che sia inattaccabile che ci possa mettere al riparo.

L’ITALIA da studi recenti è, dopo la SPAGNA , il secondo paese per numero di attacchi informatici

Dal 26 ottobre debutta in libreria il libro di Aldo Dalla Vecchia  

Valentino Rossi: “Sono in forma, e anche se mi dispiace devo andare in pensione”