in

Farella Capri, tradizione e innovazione nell’artigianato tessile

 

Farella Capri, tradizione e innovazione nell'artigianato tessileFarella Capri è sinonimo di tradizione tutta al femminile e innovazione nell’artigianato tessile

Dal 1990 le donne della famiglia Farella, coniugano alla propria esperienza e manualità nel campo dell’artigianato tessile un approccio contemporaneo, realizzando capi d’abbigliamento unici e dalla forte identità.

Farella Capri, tradizione e innovazione nell'artigianato tessile

Da quanto tempo si tesse in casa Farella?

Farella Capri nasce nell’Aprile del 1990 da quattro sorelle capresi che spinte da molto coraggio decisero di prendere in affitto un negozio in Via Fuorlovado.

Boutique che, ancora oggi, dopo trent’anni, ospita parte dell’azienda.

Farella Capri, tradizione e innovazione nell'artigianato tessileMa il primo approccio con la maglieria è avvenuto molti anni prima nel laboratorio dell’azienda “Moda Caprese” dove le sorelle si sono formate fino ai loro primi vent’anni.

L’esperienza “in bottega”

E’ stata una base fondamentale oltre che estremamente formativa per l’acquisizione del “know how” che oggi caratterizza la professionalità dell’azienda.

Farella Capri, tradizione e innovazione nell'artigianato tessileL’incontro con la tessitura, invece, è avvenuto dieci anni dopo l’apertura della boutique, esattamente durante i primi anni duemila.

La maglieria e la tessitura

Sono attività diverse accumunate dall’utilizzo del filo.

La prima presuppone l’intreccio “maglia”, la seconda si costruisce attraverso l’intreccio di trama e ordito.

Farella Capri, tradizione e innovazione nell'artigianato tessileL’approccio alla tessitura è quindi avvenuto in modo piuttosto naturale, consequenziale.

Ha dato all’azienda la possibilità di incrementare la propria conoscenza sperimentando nuove tecniche e nuove filosofie.

A questo punto possiamo confermare che in casa Farella, tradizione e innovazione nell’artigianato tessile, si fa maglieria da quarant’anni e tessitura da venti”.

Farella Capri, tradizione e innovazione nell'artigianato tessileCome è nato il brand

“Farella Capri nasce dalla capacità delle quattro sorelle di riconoscere i loro talenti rendendoli complementari nella creazione di un’attività creativa e artigianale.

Tutte caratterizzate da una particolare predisposizione, hanno fin da subito riconosciuto il potenziale del loro lavoro di squadra già durante gli anni 70.

Gaetana ricevette in regalo dalla madre una passap.

Farella Capri, tradizione e innovazione nell'artigianato tessileEra una macchina da maglieria piuttosto basica con la quale produceva nella soffitta di casa modelli realizzati inizialmente per gioco, e poi per lavoro, dalla sorella maggiore Margherita.

Furono raggiunte pochi anni dopo anche dalle sorelle Elisabetta, mente tecnica e matematica, e Maria, brillante e creativa.

Fu allora che il desiderio di aprire un laboratorio/boutique divenne evidente e reale.

Farella Capri, tradizione e innovazione nell'artigianato tessileOggi, dopo trent’anni

L’azienda comprende anche la nuova generazione composta dalle sei figlie.

Tutte donne, sorprendentemente accumunate, anche loro, da altrettanti complementari predisposizioni: la tradizione, tutta al femminile, continua. 

Processo creativo e ispirazione. Attingete dall’isola di Capri con il suo paesaggio e la sua storia?

Farella Capri, tradizione e innovazione nell'artigianato tessileSempre e senza rendercene conto.

Come il mare circonda Capri, nello stesso modo lei e la sua storia ci circondano in modo spontaneo.

Essendo capresi da generazioni, l’isola e i suoi paesaggi sono una piacevole e fortunata abitudine che costantemente influenza ogni scelta, gesto, pensiero.

Farella Capri, tradizione e innovazione nell'artigianato tessileCi sono casi nei quali la decisione di attingere dalla storia o il paesaggio caprese diventa una scelta specifica. E volte nelle quali resta inconsapevole nel fondo, presente e delicata.

Allo stesso tempo ci impegniamo con un importante sforzo a essere presenti nel mondo lasciandoci trasportare dall’irrealtà caprese restando con i piedi sulla terra ferma.

Per questo motivo cerchiamo molto spesso idee e ispirazioni anche aldilà, oltre il porto di Marina Grande.

L’attualità, gli avvenimenti, i libri, i viaggi sono fondamentali affinché l’azienda, le collezioni, la produzione e la filosofia comunicativa siano contemporanei e al passo con i tempi.

Quindi sì, attingiamo da Capri, dai suoi paesaggi unici e dalla sua incredibile storia ma non ci fermiamo lì. Andiamo e guardiamo altrove, sempre e in modo costante.

E traduciamo il mondo che vediamo attraverso il nostro animo spontaneamente e selvaggiamente caprese. 

Quali sono gli elementi che caratterizzano il vostro lavoro

Farella è un’azienda artigianale questo significa lavoro manuale, lento e per questo prezioso.

Ogni capo è unico e racconta una piccola o grande storia; questa è la caratteristica fondamentale di Farella ma anche dello stesso concetto di artigianato.

Chi compra un prodotto artigianale non acquista solo un oggetto ma anche un valore, tempo prezioso, pensieri, idee.

Farella Capri, tradizione e innovazione nell'artigianato tessileE quando il capo artigianale riesce anche a essere contemporaneo e attuale si crea un perfetto equilibrio che non vive solo di passato o futuro ma è perfettamente inserito nel presente.

Farella oggi

Dopo trent’anni, resta un’azienda artigianale, familiare e per questo estremamente complessa. Vive di sottili equilibri che sono pregio e rischio nello stesso tempo.

La qualità delle lavorazioni e dei filati, già notevole durante i primi anni, si è arricchita con soluzioni più sostenibili, filati ancora più pregiati e tecniche ancora più ricercate.

Ma soprattutto, è migliorata l’energia che con la nuova generazione, subentrata ormai da qualche anno, si rinnova grazie a uno spirito più giovane e contemporaneo.

Gli elementi che possiamo quindi identificare come caratterizzanti del nostro lavoro

Il valore della famiglia (quella naturale e quella aziendale), la dignità del lavoro (quello manuale e quello mentale) e il rispetto verso il mondo (quello che ci ospita e quello che ogni giorno costruiamo intorno a noi).

Sostenibilità ed etica sono importanti al giorno d’oggi?

La spinta verso l’innovazione, la capacità di identificare lo spirito del tempo unito al rispetto verso la tradizione e verso l’eredità ricevuta sono costanti nel percorso aziendale di Farella.

Essere azienda significa anche essere consapevoli della direzione del mondo, direzione che mai come negli ultimi anni vediamo orientata verso una politica di sostenibilità.

Infatti tra le iniziative intraprese vediamo una riduzione drastica dell’utilizzo della plastica, eliminazione totale di filati sintetici.

Ma anche riutilizzo creativo dei filati di scarto che al momento compongono una delle stole più pregiate presenti in produzione e una ricerca attiva verso soluzioni tessili con il minor impatto ambientale possibile.

Il Futuro

Siamo orientate verso un futuro nel quale la nostra idea di moda e artigianato diventi ancor di più uno stile di vita dove il valore del tempo e della lentezza intesa come attenzione e cura, ne siano al centro. 

Quali strumenti impiegate per la tessitura e per la realizzazione di un capo?

Alla base c’è il filo.

I filati utilizzati durante i primi anni di azienda sono stati la lana merino e il cotone.

Successivamente verso la metà degli anni novanta è avvenuto l’incontro con il cashmere, filato ad oggi più utilizzato sia nella sua versione classica che in quella sottile ancora più pregiata.

Negli ultimi anni la proposta si è arricchita anche con la seta, il lino e nelle ultime sperimentazioni ritroviamo filati di alpaca e baby alpaca.

Farella Capri, tradizione e innovazione nell'artigianato tessileNon si smette mai di fare ricerca ma la direzione è sempre verso filati naturali, sostenibili e coerenti con la nostra visione.

Per quanto riguarda la maglieria, i tessuti vengono realizzati principalmente con macchine di ultima generazioni e successivamente assemblati e rifiniti a mano.

Per la tessitura, invece, abbiamo dedicato un intero studio tessile localizzato nel cuore della Capri antica a via Valentino, dove custodiamo e lavoriamo su telai manuali in legno recuperati e acquistati negli anni.

La tessitura è una tecnica che ti permette di costruire un tessuto attraverso l’utilizzo di un telaio e quindi di un intreccio dato dall’intersezione di trama e ordito.

Il valore tecnico, storico e culturale della tessitura a mano si è adattato fin da subito alla nostra identità in quanto buona parte della storia tessile caprese ritrova radici nel mondo della tessitura manuale. 

Tradizione e innovazione. In cosa apportate l’una e l’altra? 

Una delle sfide che ci capita di affrontare è proprio quella di mantenersi in equilibri tra la tradizione e l’innovazione.

Uno dei limiti dell’artigianato è quella tendenza a essere vecchio e nostalgico, spesso stucchevole.

Diventa a questo punto molto importante impegnarsi affinché diventi contemporaneo, ben inserito nello spirito del tempo ed è proprio qui che subentra l’innovazione.

Un supporto sia fisico che idealistico capace di attualizzare un’attività antichissima.

Per fare un esempio pratico, nella scorsa collezione abbiamo realizzato un pullover in cashmere programmato e realizzato con una macchina giapponese per maglieria avanguardista, assemblato a mano e ricamato con punto croce.

Questo potrebbe essere un modo attuale per rendere contemporanea una tecnica di ricamo antica.

Tendenzialmente uniamo le lavorazioni manuali e tradizionali a forme e stili innovativi il tutto aiutate dalle nuove tecnologie che restano di supporto alla tradizione senza mai prevaricare. 

A quale tipologia di clientela si rivolge Farella?

Al cliente consapevole. Un cliente che nell’oggetto da noi prodotto sia capace di vederne la storia, la passione, il tempo dedicato.

 

Redazione

Scritto da Redazione

La redazione di VanityClass.

Miocugino, il digitale al Fuorisalone con IKEA

Moran Atias torna a Venezia