in

Gloria Campaner suona Chopin su Rai1 per l’evento “Senato&Cultura”

Gloria Campaner

«Celebrare le donne attraverso la musica significa nutrire con l’energia e la sensibilità femminile il messaggio universale dell’arte, risvegliando in ognuno di noi sentimenti come l’amore e la fratellanza. Oggi il mio pensiero, la mia musica e la mia preghiera sono rivolti in particolare alle donne e al popolo ucraino, e a tutti coloro che stanno soffrendo». Queste le parole della pianista Gloria Campaner, protagonista dell’evento Senato&Cultura intitolato “Il futuro è donna?”. Il tutto andrà in onda su Rai1 oggi alle 12:00, a pochi giorni dalla Giornata internazionale per i diritti della donna. «Mai come in questo momento – prosegue la pianista – le note possono farsi veicolo di una carica emotiva positiva, che deve diffondersi e vibrare nel mondo. Sono onorata di essere accanto a tante donne talentuose in questo evento così simbolico».

Dall’Aula del Senato della Repubblica, in diretta su Rai1, Campaner interpreterà il Preludio n. 15 op. 28 di Fryderyk Chopin, soprannominato “La goccia d’acqua” da George Sand, scrittrice francese legata al celebre compositore polacco. Il ciclo completo dei Preludi op. 28 di Chopin è stato anche oggetto della recente incisione discografica della pianista per l’etichetta Warner.

Campaner avrà poi l’occasione di chiudere il programma TV, condotto da Eleonora Daniele, con un messaggio di pace sulle note di Imagine di John Lennon, in una versione inedita che vedrà la pianista in duetto con la cantante Annalisa.

“Senato&Cultura” è il ciclo di eventi promosso da Maria Elisabetta Casellati, Presidente del Senato, nell’ambito del protocollo d’intesa che impegna il Senato della Repubblica e la Rai ad accrescere la conoscenza del patrimonio artistico-culturale italiano attraverso la valorizzazione di giovani talenti e di eccellenze italiane.

Chi è Gloria Campaner?

Veneta, classe 1986, Gloria Campaner ha iniziato a suonare il pianoforte a 4 anni. Da allora non si è più fermata, conquistando il podio di alcuni tra i più prestigiosi concorsi tra Europa e Americ. Ha calcato i principali palcoscenici: il Parco della Musica di Roma; la Carnegie Hall di New York; la Kioi Hall di Tokyo e l’Arena di Verona. Considerata una delle musiciste più versatili e trasversali della sua generazione, ha registrato per RAI, BBC, Sky, RSI e per le etichette EMI e Warner Classics.

Al lavoro concertistico ha accostato l’impegno per la divulgazione della musica classica oltre i confini geografici, culturali e sociali. Sviluppando la sua visione olistica dell’arte, ha fondato il laboratorio creativo “C# See Sharp”. Il suo scopo è quello di aiutare i giovani talenti a conoscere e gestire la propria sfera emotiva. Tiene regolarmente corsi, seminari e workshop in università e accademie in tutto il mondo.

A cura di Kevin Dellino

Redazione

Scritto da Redazione

La redazione di VanityClass.

Soleil Sorge e il fidanzato misterioso

Scusi, lei fa teatro?