in

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024

I colori del Distretto

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024Al via la seconda edizione dell’evento inclusivo per il Pride Month

Un calendario ricco di appuntamenti artistici, sociali e culturali aperti al pubblico animerà il quartiere Rainbow per tutto il mese di giugno, promuovendo la diversità e lottando contro ogni forma di discriminazione.

ORGOGLIO PORTA VENEZIA MILANO ritorna per la sua seconda edizione come il primo evento a Milano per la difesa dei diritti LGBTQIA+

E’ promosso dall’Associazione Commercianti Porta Venezia Milano Rainbow District e patrocinato dal Comune di Milano.

L’Associazione, nata nel 2018 da un gruppo di esercenti di Porta Venezia, continua a tutelare, promuovere e sostenere la libera iniziativa degli imprenditori

E innesca circoli virtuosi per rafforzare la visione di rinascita e riqualificazione del quartiere e unire le comunità locali.

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024Durante il Pride Month, dal 5 al 30 giugno 2024, ORGOGLIO PORTA VENEZIA MILANO
presenterà un calendario di eventi ancora più inclusivi e partecipativi

Saranno aperti a tutte le persone che vogliono sostenere i diritti LGBTQIA+ e lottare contro l’omofobia, la transfobia e ogni forma di discriminazione di genere.

Un progetto pensato per essere uno spazio di visibilità, ascolto e supporto per tutte le persone LGBTQIA+, e non solo, che vogliono approfondire tematiche di genere, confrontarsi e socializzare.

Gli eventi, che celebrano l’inclusività e la diversity, si svolgeranno nel quartiere di Porta Venezia,
noto per la sua vivace scena LGBTQIA+ e per la sua apertura al multiculturalismo.

L’obiettivo del progetto è infatti anche quello di tutelare e valorizzare il quartiere, in un dialogo aperto con l’amministrazione cittadina e i residenti, rendendolo un esempio di convivenza e integrazione.

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024Il team di ORGOGLIO PORTA VENEZIA MILANO in collaborazione con Wunderplace Studio,
ideatore e promotore del format Porta Venezia Design District, ha realizzato un programma
variegato ed eclettico.

Il palinsesto proposto spazia dalle arti visive alle performance culturali, dalle attività sociali a quelle ludiche per enfatizzare e stimolare riflessioni sui temi della libertà e dei diritti.

Nel calendario della nuova edizione di giugno 2024, ci saranno una serie di appuntamenti
culturali, di approfondimento ed educativi.

Si inizia il 5 giugno con I’opening della mostra Out of Order di John Sanborn al MEET Digital Culture Center – il Centro Internazionale per l’Arte e la Cultura Digitale nato a Milano con il supporto di Fondazione Cariplo

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024Orgoglio Porta Venezia Milano 2024

Nel 2023 è stato riconosciuto come museo da Regione Lombardia

Presenta una collezione di opere esposte per la prima volta in Italia

Alcune sono state appositamente create per MEET – dell’artista americano, pioniere eclettico sulla scena internazionale della media art, nonché protagonista dell’importante scena della video arte americana degli Anni Settanta e Ottanta.

Il percorso espositivo della mostra di Sanborn – curata da Maria Grazia Mattei, fondatrice e presidente di MEET, e allestita da Migliore+Servetto – presenta installazioni multimediali che abbracciano oltre quattro decenni di esplorazione di suoni, musica, media interattivi, video e opere d’arte che affrontano questioni di identità, verità culturale, memoria, mitologie e la pulsione dell’umanità.

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024In particolare, nella sala immersiva, l’artista presenta V+M, un’opera che fa riflettere sulle
problematiche sociali legate alla queerness

Ma anche alla fluidità di genere e agli equivoci che portano a rabbia, repressione ed esclusione.

A seguire il 18 giugno, nell’ambito dello storico programma milanese Meet the Media Guru, John Sanborn terrà un talk sul palco di MEET.

Collater.al, digital e creative media company dedicata al meglio della cultura creativa
contemporanea, in collaborazione con Orgoglio Porta Venezia Milano, ha lanciato nei giorni
scorsi sui propri canali social “Poster Art”, una call to action

E’ rivolta a creativi, illustratori e grafici che saranno invitati a realizzare un artwork in occasione del Pride Month.

Il team di Collater.al selezionerà 5 lavori, che saranno poi stampati in formato poster e affissi attraverso un’esposizione diffusa nel distretto di Porta Venezia a partire dal 17 giugno. L’attivazione verrà raccontata anche attraverso il magazine online e sui profili social di Collater.al.

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024

Questa iniziativa mira a celebrare la creatività e l’inclusione, trasformando le strade del quartiere in una galleria a cielo aperto dedicata alla diversità e all’orgoglio LGBTQIA+.

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024Tra i progetti culturali presentati nel palinsesto di Orgoglio Porta Venezia Milano si è voluto
fortemente inserire dei contenuti vicini alle minoranze etniche africane del quartiere

Affrontano la questione di libertà di genere in Africa dove l’omosessualità è criminalizzata e
caratterizzata da legislazioni oppressive e discriminazioni diffuse attraverso due progetti
espositivi:

Vite fuorilegge e THE UNTITLED QUEER ART PROJECT 2024 – In the shadow of
existence.

Nel 2023, le persone omosessuali in Africa hanno vissuto un vero e proprio incubo
distopico.

In tutto il continente, la comunità LGBTQIA+ affronta infatti una grave regressione, con legislazioni che promuovono pratiche brutali come test anali,castrazione e terapie di conversione.

Gli arresti arbitrari sono comuni, e in molti paesi essere LGBTQIA+ è un reato punibile con l’ergastolo o la morte.

Sono più di trenta gli Stati africani dove gli atti omosessuali sono criminalizzati.

Non si tratta solo di numeri, ma di vite umane, trattate come crimini.

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024Orgoglio Porta Venezia Milano 2024

La comunità LGBTQIA+ non può celebrare il proprio orgoglio senza riconoscere e denunciare questa realtà.

La mostra “Vite fuorilegge” vuole proprio ricordare che queste vite esistono e gridano.

I loro frammenti si intrecciano con i nostri, nel nostro quartiere, perché esiste una sola storia condivisa: sentirne la responsabilità senza girare la faccia altrove.

Dal 7 giugno l’area del Lazzaretto, il luogo nato come rifugio per gli ultimi, sarà dedicata a questa esposizione diffusa che invita ad osservare e riflettere sulla condizione di chi non vive liberamente.

Dal 20 al 29 giugno, per il terzo anno consecutivo in occasione del Pride, prende forma negli
spazi di Raffles Milano, la sede europea del più grande network internazionale della formazione
nell’ambito del design, il progetto di arte queer

E’ nato senza un titolo preciso, ma fedele alla missione di dare voce agli artisti LGBTQIA+ che lottano per esprimersi nei loro paesi, spesso a rischio di leggi estremamente repressive.

L’edizione 2024 sarà dedicata agli artisti LGBTQIA+ africani, provenienti da paesi in cui la loro esistenza è minacciata da leggi oppressive.

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024

La mostra The Untitled Queer Art Project, ha il sottotitolo “In the shadow of existence”

Coniato da un collettivo di artisti ugandesi chiamato East Africa Visual Artists, ha l’obiettivo di sfidare la retorica politica e religiosa che perseguita e uccide le persone LGBTQQIA+ in tutto il mondo.

Gli artisti provenienti da Malawi, Kenya, Sudan e Uganda esporranno 20 opere su tela, accompagnate da un documentario intitolato. “Don’t kill me”, prodotto da East Africa Visual Artists.

Questo documentario racconta la storia di un uomo transgender e di una donna lesbica, entrambi ugandesi, che affrontano la discriminazione e l’omofobia nella loro comunità.

Inoltre, è previsto un panel con Vincent Kyabayinze e Godfrey Sserugunda

Rappresentanti dell’Uganda, presenteranno la mostra e racconteranno la vita della comunità LGBTQIA+ ugandese.

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024Questo progetto mira a ispirare una generazione di giovani attivisti LGBTQIA+ e a portare alla luce le sfide affrontate dalla comunità LGBTQIA+ africana.

Inoltre Raffles Milano ospiterà, dal 20 al 29 giugno, due percorsi espositivi: la mostra “I
COLPITORI”, curata da Elisa Richelmi, Visual Design Program Coordinator, dedicata al mondo
della boxe.

Questa esposizione di visual art utilizza metafore per esplorare come affrontare il dolore con consapevolezza e forza di volontà.

“I Colpitori” è un movimento artistico-culturale nato dalla visione di Federica Guglielmini e sviluppato con Dome Bulfaro, con l’obiettivo di risvegliare la coscienza collettiva attraverso i valori del pugilato.

La mostra presenta una serie di poster ispirati alla grafica degli anni ’70 e ’80, esprimendo reazioni al degrado sociale e culturale e promuovendo la lotta per diritti e libertà. Il secondo progetto: “BLIND DATE” di Erik Kessels

Artista e designer olandese e docente di Raffles.

Durante un workshop di tre giorni, coppie casuali di studenti dei corsi di design, moda, visual art e fotografia hanno esplorato relazioni tra oggetti disparati

Hanno creato opere quasi “dadaiste” per ricostruire un senso delle cose.

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024Questo esercizio concettuale riflette sull’identità, che è per natura labile e in continua evoluzione.

Grazie al rinnovato supporto di Levi’s®, Orgoglio Porta Venezia Milano realizzerà un impattante progetto fotografico intitolato “NON VOLTARTI – Storie di quartiere”

Personalizzerà la cancellata principale dei Giardini Pubblici Indro Montanelli di Corso Venezia, a partire dal 13 giugno fino al 5 Luglio.

Orgoglio Porta Venezia Milano 2024

Una raccolta di ritratti, immagini, frammenti delle persone rappresentano l’identità e l’essenza di Porta Venezia, il quartiere Rainbow per eccellenza.

I protagonisti degli scatti indossano la collezione Levi’s® Pride 2024, ispirata ai ‘Rainbow Rodeos’ queer degli anni Settanta, che celebra la gioia queer e la self-expression.

Le fotografie d’autore, scattate dal rinomato fotografo internazionale Alessandro Simonetti,
metteranno in luce la diversità e la vibrante comunità di questo storico quartiere.

Queste immagini diventeranno una mostra open air, un percorso visivo per celebrare la ricchezza e
l’inclusività di Porta Venezia dando ad ogni volto una voce.

Conferma, poi, la propria presenza, per la seconda edizione di Orgoglio Porta Venezia Milano,
Absolut

Marchio storicamente vicino alle tematiche di genere e ai diritti LGBTQIA+, realizzerà un suggestivo allestimento chiamato The ABSOLUT Rainbow Street.

Questo spettacolo di luminarie e bandierine Rainbow illuminerà e colorerà via Lecco durante tutto
il mese del Pride a partire dal 14 giugno, creando un’atmosfera vibrante e inclusiva nel cuore di
Porta Venezia.

Sempre il 14 giugno, dalle ore 19.00 il party diffuso che coinvolgerà i commercianti e i locali del quartiere per festeggiare l’accensione dell’ABSOLUT Rainbow Street.

Dai primi anni 80, Absolut supporta la Comunità LGBTQIA+ e promuove l’amore oltre
ogni pregiudizio e la libera espressione di se stessi.

Absolut celebra il Pride e i suoi valori anche attraverso la propria bottiglia, storicamente una tela di espressione per artisti e non solo.

La bottiglia Absolut Rainbow Limited Edition, infatti, celebra l’inclusività e l’unione ed è un omaggio
al Pride, alla Community e a tutt* i suoi sostenitori.

Originariamente creata da Baker nel 1978, la bandiera arcobaleno è diventata un simbolo universalmente riconosciuto di inclusione, pace e amore.

Absolut continua a sostenere attivamente la Fondazione Gilbert Baker anche nel 2024.

Orgoglio Porta Venezia Milano è lieto di annunciare la collaborazione con la rivista lifestyle de Linkiesta, Linkiesta Etc dedicata alla moda, design, cultura, arte, filosofia

Questo quadrimestrale da collezione è un coffee table magazine di approfondimento

Da leggere e da mostrare, vede grandi firme del giornalismo e artisti, illustratori e fotografi
internazionali.

In occasione del lancio del nuovo numero di giugno legato al tema dei Tabù, in ogni sua espressione culturale ed iconografica, Linkiesta Etc organizzerà la talk “ Tabù e
linguaggio tra editoria print e digital” il 20 giugno dalle ore 18.30 negli spazi di Raffles.

Dalla moda all’arte, dall’architettura alla scena rave

E’ un viaggio nel vocabolario proibito della cultura indie con Linkiesta Etc e gli interventi speciali di Valentina Ardia, Head of content Linkiesta e Editor in chief Linkiesta Etc e Giuliana Matarrese, Fashion editor at large Linkiesta Etc.

Questo evento aperto a tutti su registrazione offrirà un’occasione preziosa per discutere apertamente di argomenti spesso considerati scomodi o stigmatizzati

Verranno esplorati tabù che influenzano la nostra cultura e il nostro modo di vivere.

Attraverso la voce di esperti, testimonianze personali e dibattiti stimolanti, la talk mira a rompere il silenzio su questi temi, promuovendo una maggiore consapevolezza, comprensione e inclusione.

Il Guado, gruppo di riflessione su fede e omosessualità nato a Milano nel 1980 e diventato
una realtà strutturata che approfondisce il rapporto tra fede e omosessualità attraverso incontri culturali e attività pubbliche, organizza in occasione di Orgoglio Porta Venezia l’appuntamento “La Pietra Scartata.

Cristianesimi e Omosessualità” il 21 giugno alle ore 20.00 presso l’International Design Institute RafflesMilano, in via Casati 16.

L’incontro esplorerà il rapporto tra cristianesimo e omosessualità, con un focus sulla denuncia delle persecuzioni contro le persone LGBTQQIA+.

Interverranno:

Teresa Forcades, monaca benedettina, medico, teologa femminista e attivista politica; Diego Passoni, speaker radiofonico e autore; Francesco Lepore, giornalista e moderatore dell’evento.

L’evento mira a creare un dialogo costruttivo su questi temi delicati e attuali.

Proiezione del Docufilm “Il delitto di Giarre”.

Nel 1980, Antonio Galatola, 15 anni, e Giorgio Giammona, 25, furono trovati con colpi di pistola alla testa, mentre si tenevano per mano, in Sicilia.

Questo tragico evento è al centro del docufilm “Il delitto di Giarre”

Prodotto da HISTORY Channel e Crime+Investigation, realizzato da B&B Film di Raffaele Brunetti per A+E Networks Italia, con la regia di Simone Manetti e la supervisione di Francesco Lepore.

Il docufilm si basa sull’analisi delle fonti coeve e le testimonianze di parenti, amici e conoscenti delle vittime, illuminando finalmente un caso a lungo irrisolto e tra i più controversi della recente storia
italiana.

La tragica fine di Giorgio e Toni è stata un vero e proprio delitto d’onore, maturato in ambito familiare per lavare nel sangue l’onta inaccettabile dell’omosessualità.

La proiezione avrà luogo il 22 giugno, alle ore 20.00, presso l’International Design Institute Raffles Milano, in via Casati 16.

Sarà presente Francesco Lepore, supervisore e voce narrante del docufilm, per offrire un’introduzione e rispondere alle domande del pubblico.

Frab’s, un progetto di diffusione culturale che accompagna la vendita di magazine indipendenti
con l’organizzazione di attività legate all’arte, alla cultura e all’editoria, e recentemente
inaugurato nell’area di Porta Venezia, presenterà una collaborazione esclusiva con Pessima

Magazine annuale indipendente, vuole generare un punto di incontro nella rappresentazione
delle soggettività Trans*

E indagare il modo in cui esse vengono declinate attraverso l’arte giovane e contemporanea.

Lo store di Frab’s, in via Sirtori 11, in occasione del lancio del nuovo numero di Pessima Magazine, ospiterà il 28 giugno dalle ore 18:30 l’inedito talk “Sperimentazione e auto-rappresentazione Trans* nell’editoria indipendente”

Si discuterà delle metodologie di rappresentazione Trans* in questo specifico contesto editoriale, estendendo il discorso anche a tematiche legate all’arte e alla sua importanza nelle pratiche di comunità.

Con gli interventi di

Simona Coltello e Marte Gastaldello di Pessima e Kenny Alexander
Lawrence come moderatore

Si affronteranno anche i temi riguardanti la creazione di un magazine indipendente partendo da zero e come ci si può inserire in un contesto internazionale lavorando localmente.

Sempre negli spazi di Frab’s, dal 28 giungo al 13 luglio, l’artista Valeria Meliadò presenta la mostra “Exceptional Behavior”, una serie di opere realizzate con scarti di riviste, tessuti, accessori, pittura e scritte.

Questi lavori, carichi di energia sessuale, mirano a creare uno shock emotivo per comunicare le violenze, i traumi e i controlli subiti da donne e persone LGBTQIA+ in una società patriarcale.

“Orgogliosamente Drag!” l’evento in programma il 27 giugno alle ore 21:30 all’Anteo
Palazzo del Cinema è uno spettacolo di arte, musica, danza

Nato per valorizzare la cultura drag in tutte le sue sfaccettature sensibilizza sui temi di inclusione, diversità, accettazione del diverso.

Lo spettacolo vedrà dieci queen sfidarsi in défilé, lipsync e performance, con ospiti speciali e una giuria di esperti a votare ed eleggere Miss Orgoglio Porta Venezia.

Il progetto è sostenuto da BIODERMA, brand skincare noto per il suo impegno verso l’inclusione e il benessere.

Per maggiori informazioni sul programma e sugli appuntamenti in programma, si può consultare il sito
web ufficiale di ORGOGLIO PORTA VENEZIA MILANO –

https://www.orgoglioportaveneziamilano.com / IG: orgoglioportaveneziamilano

PALINSESTO ATTIVITÁ
● 5 giugno: opening mostra Out of Order @MEET Digital Culture Center ore 18:30 su
registrazione

● 7 giugno: installazione Vite Fuorilegge Fra Paolo Bellintani Chiesa San Carlo al Lazzaretto
dal 7 al 30 giugno

● 13 giugno: inaugurazione mostra open air NON VOLTARTI – Storie di quartiere powered by
Levi’s ore 16:30

● 14 giugno: accensione The Absolut Rainbow Street + party diffuso powered by Absolut via
Lecco dalle ore 19

● 18 giugno: talk e incontro con l’artista John Sanborn durante Meet the Media Guru @MEET
Digital Culture Center ore 18:30

● 20-29 giugno: mostra THE UNTITLED QUEER ART PROJECT 2024 – In the shadow of
existence @Raffles Milano lunedì – venerdì 8.00/18.00, sabato 10.30/17.30

● 20-29 giugno: opening mostra I COLPITORI + ERIK KESSELS @Raffles Milano lunedì –
venerdì 8.00/18.00, sabato 10.30/17.30

● 20 giugno: talk con Linkiesta Etc @Raffles Milano ore 18:30 su registrazione

● 21 giugno: talk con il Guado La Pietra Scartata. Cristianesimi e Omosessualità @Raffles
Milano ore 20

● 22 giugno: Proiezione del Docufilm Il delitto di Giarre @Raffles Milano ore 20

● 27 giugno: Orgogliosamente Drag! powered by BIODERMA @Anteo Palazzo del Cinema ore
21:30 su registrazione (posti limitati)

● 28 giugno: talk in collaborazione con Frab’s e Pessima Magazine @Frab’s ore 18:30

● 28 giugno: opening mostra Valeria Meliadò @Frab’s ore 18:30

● 29 giugno: Orgoglio Porta Venezia Milano @Milano Pride

Francesca Lovatelli Caetani

Scritto da Francesca Lovatelli Caetani

L'autore non ha ancora aggiornato la sua biografia.

Parata di stelle venerdì 31 maggio, sul Virgo Red Carpet

Barbara Francesca Ovieni incanta Il beauty contest Aegyptia Fashion Lab