in

Lisa Desormeaux: “Heart is on Fire” e una vita fatta di passioni

“Heart is on Fire” è il nuovo singolo di un’artista femminile in crescita internazionale. Welcome to the Weekend su Vanity Class vi racconta come è nato questo brano

Abbiamo incontrato la dj producer Lisa Desormeaux. Originaria dei Caraibi Francesi, oggi vive a Parigi. Ci ha raccontato il suo nuovo singolo “Heart is on Fire” (D:Side / Jaywork Music Group), prodotto con Chels & Rich. “E’ al tempo stesso dolce, romanticoe dinamico… In altre parole, è un brano deep house melodico”, spiega. I primi feedback sul brano sono davvero positivi, per cui una cosa è già prevedibile: per Jaywork anche settembre 2022 è un mese di grande musica.

Ciao Lisa, come stai? Come hai iniziato a fare musica e quali i tuoi artisti di riferimento?

Tutto ok, grazie! E’ un gran periodo per me e per la mia musica. Ho iniziato a produrre con gurppo di amici che come me erano super appassionati di elettronica. Adoro lo stile del collettivo Keinimusic ed artisti come Solomun ed gli Artbat.

Hai anche altre passioni oltre alla musica? Il tuo brano “Heart is on Fire” fa capire che di passione ne hai, eccome… 

Sì, ho molte altre passioni. Sono anche una designer ed una pittrice. Ho fatto diverse mostre con le mie opere prima di iniziare a fare musica. E sì, sono una persona appassionata, amo fare ogni cosa con amore e passione.

Come hai iniziato a collaborare con l’italiana Jaywork Music Group?

E’ stato molto semplice, in fondo. Ho pubblicato un mio demo su una piattaforma, Proshare Audio… e la label si è fatta viva perché interessata al brano.

Che tipo di impatto ha avuto secondo te la pandemia sulla scena globale della musica elettronica?

La pandemia ha colpito tutti in modo diverso. All’inizio, per me, è stato un bel modo per riconnettermi con con me stessa. Poi però è stato difficile, anzi molto difficile. Tutti ci siamo stancati delle restrizioni e della mancanza di lavoro. E’ stata molto dura.

Ci segnali alcuni artisti che segui con passione?

Mi piace moltissimo la musica di artisti come Moojo, Enzo siffredi, Pablo Fiero e Piste Noire… Adoro il loro sound. Consiglio a tutti di scoprirli, se ancora non li conoscete.

 

Lorenzo Tiezzi

Scritto da Lorenzo Tiezzi

Ufficio stampa con la sua agenzia ltc - lorenzotiezzi.it -, Lorenzo Tiezzi è anche blogger e giornalista. Fiorentino, classe 1972, si è laureato al DAMS di Bologna nel 1996 in Musica con tanti esami in comunicazione e sociologia. Ha scritto o scrive su Rockol.it, Urban, Uomo Vogue, Max, GQ, Gazzetta.it, Soundscapes.it, Spettakolo, Bargiornale, L’Espresso, Fatto Quotidiano, Fashion Magazine, Rewriters, quotidiani del gruppo ePolis (...). Quando ha voglia di ballare e/o scrivere sta sul suo blog www.alladiscoteca.com. Per spegnere la mente invece corre. Capita spesso, infatti fa ultra trail, ovvero si fa oltre 100 km, magari in montagna. Quando parte, sua moglie e sua figlia spesso esultano. Eccome se esultano.

Regina Elisabetta

Regina Elisabetta muore a 96 anni: the “London Bridge is down”!

CON BATA E STABILO LA CREATIVITÀ È FUORI DAI BORDI