in

Maria Sole Tognazzi: “Ancora”

Giovedì 4 aprile, alle ore 18.30, presso la libreria Rizzoli Galleria (Galleria Vittorio Emanuele II, 11/12 – Milano), Maria Sole Tognazzi presenta “Ancora” edito da Mondadori. 

LA COVER DEL LIBRO DI MARIA SOLE TOGNAZZI ANCORA EDITO DA MONDADORI
Maria Sole Tognazzi: "Ancora"
LA COVER DEL LIBRO DI MARIA SOLE TOGNAZZI ANCORA EDITO DA MONDADORI

Maria Sole Tognazzi: “Ancora”

Giovedì 4 aprile, alle ore 18.30, presso la libreria Rizzoli Galleria (Galleria Vittorio Emanuele II, 11/12 – Milano), Maria Sole Tognazzi presenta “Ancora” edito da Mondadori. 

La  regista e sceneggiatrice, dialogando con Ilaria D’Amico, presenterà il suo volume  ispirato a una sceneggiatura scritta anni fa con Doriana Leondeff e Ivan Cotroneo. 

l fischio del treno segna per Lea l’inizio di una nuova giornata. Mentre fuma una sigaretta sul balcone di casa, non ha idea se quel treno stia lasciando o raggiungendo la stazione. 

Forse non le interessa nemmeno. Si gode il fascino silenzioso del mattino, prima di rientrare in casa e dare inizio al solito copione quotidiano: Lea ha un amante e un marito, li ama entrambi.

L’agenda di Pierre è gonfia di biglietti, cartoline e fotografie. Quando distoglie lo sguardo dal finestrino del vagone del treno che lo sta conducendo verso la frontiera, la sfoglia.

La foto di una ragazza cattura la sua attenzione e lo riporta in un tempo che non c’è più.

Rita è arrivata alla stazione di notte ed è rimasta lì a lungo, in attesa di qualcuno che non è mai venuto a portarla via.

Ora però è giunta a destinazione, ma dai suoi occhi verdi non traspare nulla, se non un carattere spigoloso e impenetrabile.

Maria Sole Tognazzi: “Ancora”

Quale filo invisibile lega le esistenze di Lea, Pierre e Rita? Dove si incrociano quasi magicamente le loro vite?

Maria Sole Tognazzi,  regista e sceneggiatrice  (Passato prossimo, L‘uomo che ama, Ritratto di mio padre, Viaggio sola, Io e lei, Petra, Dieci minuti), tesse un intreccio singolare, atipico, con personaggi mossi da un destino che li sovrasta.

In Ancora la forza del tempo e dell’amore si intreccia con la memoria e si insinua nelle storie dei personaggi.

«Sai cosa ho pensato? Che potrei rapirti. Così tu non avresti nessuna colpa.»

«Non pensavo che potesse essere così.»

«Così come?»

«Così facile. Così bello.»

 

http://@mariasolet

Michele Vanossi

Scritto da Michele Vanossi

Oltre a lavorare e a collaborare per un noto quotidiano nazionale (il Giornale), cerca di comunicare, di parlare e di scrivere degli argomenti lo incuriosiscono e che lo appassionano maggiormente: televisione, cucina, turismo, benessere, medicina, lifestyle. In televisione partecipa in veste di opinionista a e trasmissioni televisive di successo su Raiuno come Storie Italiane, Vita in diretta e Detto Fatto su Raidue ; da giovane ha partecipato a quiz televisivi e ha recitato piccole parti in soap-opera e spot pubblicitari. Ha pubblicato un libro sulla storia della televisione italiana con Gribaudo/Feltrinelli dal tiolo. “Le Signorine Buonasera il racconto di un mito tutto italiano dagli anni Cinquanta ad oggi”.

Glicini a Villa della Pergola (Alassio)

Alassio: la fioritura dei glicini più spettacolare è quella di Villa della Pergola

Sì, viaggiare; come cambiano trasporti e spostamenti