in

Premio Virgo “Raimondo Vianello”, successo per la I edizione

Successo straordinario per la prima edizione a Filottrano

Premio Virgo “Raimondo Vianello”

Premio Virgo "Raimondo Vianello", successo per la I edizioneNel Comune Marchigiano Barbara D’Urso ha ricordatp l’indimenticato conduttore insieme a Katia Ricciarelli, Iva Zanicchi, Paolo Bonolis, Maurizio Costanzo e tantissimi altri big dello spettacolo italiano

Premio Virgo "Raimondo Vianello", successo per la I edizioneStrepitosa, istrionica, eccezionale.

Premio Virgo "Raimondo Vianello", successo per la I edizioneUna super Barbara D’Urso ha diretto, magistralmente, la prima edizione del Premio Virgo “Raimondo Vianello”, a Filottrano, comune nel marchigiano di cui l’indimenticato conduttore era originario.

Premio Virgo "Raimondo Vianello", successo per la I edizioneUna kermesse ideata e fortemente voluta da Virgo Fund e Luca Paolorossi, nell’ambito di una serie di iniziative socio-culturali per celebrare il Palcoscenico dei Borghi e lo Spettacolo del Made in Italy.

Un evento in memoria del grande Maestro della televisione italiana – un grande artista ma, prima di tutto, un vero signore – a cui hanno partecipato tantissimi colleghi che hanno incrociato la sua vita e la sua carriera.

IL PROLOGO DELL’EVENTO E LE DICHIARAZIONI DI BARBARA D’URSO

“In questo scatto c’è tutto Raimondo.

La sua ironia, la sua intelligenza, la sua irriverenza, la sua capacità di far ridere in qualunque contesto, sempre con eleganza.

Una comicità british ma dal calore italiano”

Queste le parole con cui Barbara D’Urso ha aperto ufficialmente la serata: sul ledwall, una sua foto insieme a Raimondo Vianello, incorniciata da una musica soave in sottofondo.

“Farsi prendere in giro da lui, com’è successo a me in questo scatto, era un privilegio”

Premio Virgo "Raimondo Vianello", successo per la I edizioneHa proseguito la conduttrice campana, prima di lanciare una clip commovente per ripercorrere, in pillole, i momenti salienti della carriera di Vianello.

TUTTE LE ESIBIZIONI E GLI ARTISTI PREMIATI

ROBERTO MANCINI

A conclusione del filmato di apertura, spazio a tutti gli artisti giunti a Filottrano per celebrare Raimondo Vianello e ricevere il Premio in sua memoria.

Il primo a salire sul palco, il Ct. Della Nazionale italiana di calcio, Roberto Mancini, premiato dalla Sindaca di Filottrano, Lauretta Giulioni

Premio Virgo "Raimondo Vianello", successo per la I edizioneE che ha ricordato la simpatia di Vianello che era solito incontrare, quando partecipava alle sue trasmissioni sportive.

LA FAMIGLIA MAGSINO

Dopo l’allenatore azzurro, è stato il turno di Rosalie, John Mark e Raimond Magsino – figlia e nipoti adottivi di Raimondo Vianello e Sandra Mondaini – premiati da Miss Italia 2018, Carlotta Maggiorana.

Premio Virgo "Raimondo Vianello", successo per la I edizioneANNALISA MINETTI

Poi, spazio ad Annalisa Minetti, un talento scoperto e lanciato proprio da Vianello a Sanremo ’98, a cui lei è rimasta sempre legata e che si è esibita sulle note della canzone Senza te o con te

Era accompagnata soltanto dal suono della chitarra del musicista Stefano Tedeschi, e ha emozionato profondamente il pubblico, esploso in un lungo e fragoroso applauso a conclusione del brano.

Premio Virgo "Raimondo Vianello", successo per la I edizioneLUIGI ANTONANGELI

Dopo la Minetti, è toccato al primo ospite di Virgo Fund, colosso elvetico che ha organizzato l’evento insieme a Luca Paolorossi, l’Avvocato Luigi Antonangeli

Premio Virgo "Raimondo Vianello", successo per la I edizioneAdvisor di Virgo e luminare del diritto, è stato premiato dalla regina della musica pop, Jo Squillo, la quale ha intrattenuto il pubblico con la sua celeberrima hit Siamo Donne.

ANTONELLA ELIA

Poi, un momento esilarante con la simpaticissima Antonella Elia che, con il compagno Pietro delle Piane, ha riprodotto la scena cult di Casa Vianello

Quando ogni sera, a letto, Sandra si lamentava con Raimondo a suon di “Che barba, che noia! Che noia, che barba!”.

La Elia è stata premiata dal direttore di Novella 2000, Roberto Alessi.

ANDREA RONCATO

Antonella Elia e Pietro delle Piane hanno, poi, lasciato il palco ad uno straordinario Andrea Roncato, premiato dal conduttore tv e attore Beppe Convertini.

L’artista bolognese ha voluto ricordare Raimondo Vianello – ma anche Sandra Mondaini a cui era molto legato tanto da considerarla una sorella maggiore

E lo ha fatto con un monologo dal sapore dolce-amaro: un epilogo comico con finale filodrammatico.

DOMENICO PORFIDO

Dopo di lui, l’Avvocato Domenico Porfido, CEO di Virgo Holding, premiato dalla Pupa di origini moldave, Vera Miales.

KATIA RICCIARELLI E FRANCESCO DROSI CON IL LORO MESSAGGIO DI PACE E FRATELLANZA CONTRO LA GUERRA IN UCRAINA.

Spazio, poi, al soprano della musica internazionale Katia Ricciarelli che è intervenuta, insieme al cantautore Francesco Drosi, autore del brano “Lettera”

Tutto per lanciare un messaggio di fratellanza e di pace contro la guerra in Ucraina e contro ogni tipo di guerra.

A premiarli, la giornalista di Libero e Quarta Repubblica, Hoara Borselli.

MARINO BARTOLETTI E MONICA BERTINI

Dopo la Ricciarelli, è stato il turno dei giornalisti Marino Bartoletti e Monica Bertini premiati per il comune impegno con Vianello nella trasmissione sportiva Pressing.

MIRIANA TREVISAN

Successivamente, la D’Urso ha chiamato sul palco la show-girl Miriana Trevisan, premiata da Pago per il suo essere stata una spalla su misura per Raimondo

E’ stata capace di valorizzare il suo humor sempre con classe, per l’affetto e la stima che Raimondo ha sempre nutrito per lei.

Dopo averle consegnato il premio, Pago si è esibito in un medley che ha raccontato l’Italia in musica con i successi più grandi della musica popolare da Milano e Napoli.

LORENZO MARCHETTI

Dopo la Trevisan, il giovanissimo direttore creativo di Virgo Cosmetics, Lorenzo Marchetti, è stato premiato dalla modella Nicole Di Mario.

Tra i maggiori top manager a livello planetario, il giovane Marchetti ha già raggiunto le vette dell’imprenditoria internazionale ed è pronto ad uscire con una sua linea personale di cosmesi.

Ecco come ha voluto ricordare Raimondo Vianello:

“Quando ero piccolo, guardavo le sit-com di Raimondo Vianello e Sandra Mondaini insieme ai miei nonni.

Quando ripenso a loro, mi tornano alla mente momenti spensierati della mia infanzia.

Secondo me, il punto di forza si Sandra e Raimondo era proprio quello di riuscire a portare sul piccolo schermo la normale quotidianità di tutte le famiglie italiane.

E’ stata questa la chiave del loro successo: riuscire ad entrare nelle case degli italiani e a rappresentarle con pienezza e veridicità”. 

EMANUELA AURELI

Dopo Marchetti, un momento super comico con la regina delle imitazioni Emanuela Aureli che ha omaggiato Raimondo Vianello e Sandra Mondaini con un’esilarante imitazione

Ed è stata poi premiata dalla vincitrice del beauty contest Miss Marche, Glelany Cavalcante.

LUCA PAOLOROSSI

L’epilogo della kermesse ha accolto uno degli ideatori della manifestazione, Luca Paolorossi, filottranese doc e rinomato sarto delle star. A consegnargli il premio, la scrittrice Melanie Francesca.

I VIDEOMESSAGGI DI IVA ZANICCHI E PAOLO BONOLIS E LA LETTERA DI MAURIZIO COSTANZO

Finale di serata con l’intervento a distanza di Iva Zanicchi, Paolo Bonolis e Maurizio Costanzo

Sono tre mostri sacri della televisione italiana che non hanno potuto presenziare alla kermesse, inviando dei video-messaggi di saluto e una lettera.

QUESTE LE DIVERTENTISSIME PAROLE DI PAOLO BONOLIS

“Grazie immensamente per questo Premio.

Ora non so, poi, se me l’avete dato perché avete letto una briciola di Raimondo in me

O perché sto invecchiando e mi sto incurvando come si incurvava lui o perché le mogli si assomigliano… non lo so questo, non lo so”.

LA CHIUSURA CON IL CANTAUTORE MICHELE PECORA

Chiusa dell’evento con l’intrattenimento musicale, delicato e coinvolgente, dell’artista campano, trapiantato nelle Marche da oltre quattro decenni, Michele Pecora, che ha concluso la serata con la sua voce melodica e intensa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Redazione

Scritto da Redazione

La redazione di VanityClass.

Ruffini, quel bravo “Ragazzaccio”

Mirco Goldoni

Mirco Goldoni: “La lettura è un’entusiasmante forma di viaggio” | Intervista