in

Gli Oscar del cinema commentati da Alessia Adornato

La notte più magica del Grande Schermo e i suoi premi vengono analizzarti da Alessia Adornato, la giovane influencer e attrice, prossima a progetti importanti

Alessia Adornato commenta gli Oscar: <<Di Io Capitano ho apprezzato come Garrone abbia mischiato i piani della favola e della realtà. In fondo è la storia di due ragazzi con un sogno, per raggiungere il quale sono però sottoposti a prove di crudissima realtà. La Zona di Interesse? A un certo punto, non so come e perchè, ho avuto il sentore che l’Oscar potesse andare in quella direzione>>.

Così la Adornato, influencer e attrice, commenta la novantaseiesima edizione degli Academy Awards segnati dalla delusione per la delegazione italiana e per il magro bottino di Barbie: <<Fa strano che il film di cui si è parlato di più quest’anno, alla fine si sia accaparrato un solo premio (l’Oscar alla Miglior Canzone Originale per What Was I Made For? di Billie Eilish, ndr.). In quanto a polarizzazione dell’opinione pubblica, però, l’operazione è stata senz’altro vincente. Ha visto che gran polverone si è alzato quando l’Academy ha deciso di candidare Ryan Gosling e non Margot Robbie o la regista Greta Gerwig?>>.

I tempi cambiano e anche le icone; a Hollywood oggi sono tutti pazzi per Bella Baxter, la “povera creatura” di Yorgos Lanthimos che è valsa ad Emma Stone un altro Oscar da attrice protagonista, a sette anni da “La La Land”. <<Emma è un’attrice straordinaria>>, commenta ancora Alessia Adornato, <<credo che nessuna potesse interpretare meglio di lei Bella Baxter, credibile in ogni momento, nei movimenti, negli sguardi. E’ un personaggio che ho amato moltissimo, dalle sfaccettature psicologiche molto complesse, metà donna metà bambina>>.

Gli Oscar del cinema commentati da Alessia Adornato

E infine: <<La la Land all’epoca era quasi diventato il mio film. Anch’io, come la protagonista, mi guadagno da vivere facendo la barista ma sogno il cinema. E magari potessi avere anche io un finale da Oscar!>>. In attesa della telefonata dell’Academy, Alessia continua la sua gavetta tra lo studio e vari provini: <<Amo il grande schermo, ma la tv non la disdegno. Mi piacerebbe prendere parte ad un programma che sappia finalmente parlare a noi giovani>>.

La giovane attrice durante la pandemia ha capito che l’Università non faceva per lei. Così da Siena, dove era iscritta a Mediazione Linguistica, è tornata nella sua Calabria. Ma è stata solo una tappa intermedia: oggi, il destino di Alessia Adornato va compiendosi nella città dove tutto sembra possibile, Roma. Nel cassetto il sogno di diventare attrice e doppiatrice, per dare voce ad una delle prossime eroine Disney.

Nella sua bio Instagram scrive: “State vedendo la serie tv della mia vita”. Che genere è?

Direi commedia, perché mi capitano spesso e volentieri cose buffe o assurde che mi fanno sentire come Emilia Clarke nel film “Io prima di te”.

Un’avventura assurda che le è capitata ultimamente?

A Capodanno. Volevo fare serata insieme ad un’amica di Bolzano: dovevamo andare in questo albergo un po’ lontano da casa mia ma confidavo nel fatto che ci fossero i mezzi. Poco prima di partire, scopriamo che di mezzi non ce n’erano, decidiamo allora di farcela a piedi ma… con i tacchi! Neanche due passi e cominciano a farmi terribilmente male i piedi, cominciano a sanguinarmi addirittura. Risultato? Mi sono fatta circa 4 chilometri a piedi, scalza! Al ritorno i piedi ormai non me li sentivo più. Ero disperata: il personale dell’albergo si è così impietosito che mi ha regalato un paio di ciabatte. In videochiamata un carabiniere a farmi da guida.

 

Leggi anche: https://vanityclass.it/oscar-tutti-i-vincitori-della-95esima-edizione-dellacademy/

Leggi anche: https://www.instagram.com/adornatoalessia/

Redazione

Scritto da Redazione

La redazione di VanityClass.

Federico Fashion Style torna in tv con Il salone delle Celebrità

Quiz sulla sicurezza, domani in tutte le scuole d’Italia