in

Nicolò Scalfi, il campione di “Caduta Libera” rivela inediti retroscena

Il bresciano svela alcune interessanti chicche in merito alla sua vittoria nel game show di Gerry Scotti!

Nicolò Scalfi

In occasione della messa in onda delle repliche di Caduta Libera su Canale 5, Nicolò Scalfi è tornato nuovamente a far parlare di sé. L’ex campione del game show di Gerry Scotti portò a casa ben 760 000 euro, segnando un record nella storia della trasmissione. Ad oggi, è tornato sulla questione, rivelando alcuni retroscena inediti sulla vincita in un’intervista a Tv, Sorrisi e Canzoni

Nicolò Scalfi, il campione di "Caduta Libera" rivela inediti retroscena
Nicolò Scalfi – Campione di Caduta Libera
Fonte: Web

Nicolò Scalfi, ecco come e quando ha ricevuto il suo meritatissimo premio

Tra le tante cose, il giovane Scalfi ha raccontato ai microfoni del noto settimanale cosa è accaduto una volta lasciata la trasmissione. Il bresciano ha parlato di come ha investito i suoi soldi, quando gli sono stati recapitati e soprattutto in che modo. «Sono stato in tv – afferma – da fine ottobre 2018 al 6 luglio 2019. Dopo circa sei mesi mi è arrivato il montepremi della prima vincita e nel corso di un anno la cifra intera. La prima volta è arrivato a casa il corriere, tipo pacco di Amazon, con 200 mila euro in gettoni d’oro. Ho ‘preso visione’, come da prassi, dopo di che potevo scegliere se incassarli materialmente, e farne ciò che volevo, oppure ricevere un bonifico. Ho scelto questa seconda soluzione, anche se la cifra è diminuita per via della tassazione e del tasso di cambio».

Stando alle sue parole, inoltre, pare che Nicolò abbia mantenuto le promesse fatte prima di abbandonare gli studi di Mediaset. «Come avevo promesso – prosegue – sono andato in vacanza a Barcellona con i miei amici. Poi ho regalato a mamma una nuova cucina e a lungo termine li ho investiti per pagarmi gli studi. Ora cambierò l’auto, ma non prenderò niente di impegnativo».

Insomma, un ragazzo intelligente, preparato, generoso e lungimirante da cui in molti faremmo bene a prendere esempio. 

E voi, che cosa ne pensate?

 

 

 

 

 

Diego Lanuto

Scritto da Diego Lanuto

Classe 1996, studente laureando in "Lingue, Culture, Letterature e Traduzione" presso l'Università di Roma 'La Sapienza'. Appassionato di scrittura, danza, cinema, libri e molto altro, nel corso degli anni ha collaborato con diversi siti e testate giornalistiche on line tra cui Metropolitan Magazine, ATuttoNotizie, M Social Magazine e Spyit.it. Ha scritto alcuni articoli per la testata giornalistica cartacea ORA Settimanale. Ha curato progetti in qualità di addetto stampa. Attualmente è redattore presso la testata giornalistica Vanity Class e addetto stampa del progetto "L'Amore Dietro Ogni Cosa - Andrea Crimi canta Simone Di Matteo".

cervello e un sacchetto di zucchero. Bevande zuccherate e gassate

Bevande zuccherate e gassate (parte 1)

Sandra Milo

Sandra Milo: la forza dell’eterno femminile | Cineincanto